menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sinistra" ha presentato il suo programma per le comunali

Le considerazioni del capolista e segretario cittadino di Rifondazione Comunista Carmelo Seracusa

Ieri al bar da Caucigh è stata presentata la lista "Sinistra" per le elezioni comunali di Udine. Le considerazioni del segretario e capolista Carmelo Seracusa.

“La nostra lista si presenta alle elezioni comunali in sostegno al candidato Sindaco Furio Honsell non solo per garantire continuità amministrativa con questi ultimi anni, ma per continuare a costruire una nuova idea di città capace di rispondere alle domande di cambiamento dei cittadini.

Questa campagna elettorale è caratterizzata dal contesto della crisi con la perdita di molti posti di lavoro, con una precarietà sempre più dilagante fra i giovani e con emergere di nuovi casi di disagio sociale. Il nostro programma vuole quindi in primo luogo mettere al centro i bisogni dei cittadini a partire dal sostegno al lavoro, investendo sulla creazione di progetti specifici di sostegno alla formazione e ampliando le risorse destinate ai lavori socialmente utili, e ponendo grande attenzione al potenziamento del welfare e dei servizi pubblici cosi come in tema della casa, aumentando i fondi da destinarsi ai contributi affitti e all’edilizia popolare.

Consideriamo inoltre necessario, dopo l’approvazione del nuovo piano regolatore, continuare nella realizzazione di una città sempre più sostenibile ed eco-compatibile attraverso lo spostamento della viabilità da un sistema odierno, incentrato sull’utilizzo delle auto, ad un altro che privilegia i sistemi di mobilità dolce, ampliando le aree pedonali e quelle verdi, potenziando la rete dei trasporti pubblici e realizzando nuove piste ciclabili.

E’ poi per noi fondamentale investire sulla cultura e sull’istruzione in quanto la conoscenza, l’arte e il sapere rappresentano un pilastro fondamentale per la crescita della nostra città, dire questo significa garantire un pieno diritto di accesso e di fruizione della cultura attraverso la creazione nuovi spazi e valorizzando le tante realtà associative che operano nel nostro territorio.

Udine inoltre deve diventare sempre più un esempio di integrazione. E’ per questo che abbiamo voluto che nel programma della coalizione fossero inseriti punti concreti per  l’eliminazione di ogni forma di distinzione connessa all’orientamento sessuale e all’identità di genere e orientati alla tolleranza e al rispetto reciproco tra le culture".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento