rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Comunali 2023

Bertossi: "Nessun vantaggio per Udine con un sindaco di sinistra"

Il capogruppo di Prima Udine annuncia la mancata corsa della sua lista alle comunali e l'appoggio al governatore Fedriga in Regione

"Prima Udine non sarà presente con una propria lista e con il proprio simbolo alle prossime elezioni comunali". A dirlo è il fondatore e capogruppo in consiglio comunale della lista, Enrico Bertossi. Per quali ragioni? "La marcata polarizzazione del voto tra il sindaco uscente e il candidato della sinistra rende totalmente inutile e fuorviante proporre una candidatura solitaria alternativa – spiega Bertossi –. Parimenti non aderiremo con la nostra lista a nessuna coalizione, men che meno a quella molto sbilanciata a sinistra che sostiene la candidatura dell’ex rettore De Toni, nonostante i ripetuti inviti ricevuti. Abbiamo sempre detto che le condizioni per vederci alleati dovevano essere un programma chiaro e concreto impegnativo per tutti, senza riferimenti a schieramenti di centrosinistra, senza coinvolgere Udine nei giochi di partito regionali, adottando un metodo democratico per la scelta del candidato coinvolgendo i cittadini attraverso le primarie. Venendo meno tutto questo non intendiamo affiancare chi si è assunto la responsabilità di imporre alleanze e candidature avendo nulla o poco a che fare con la città, dando strumentalmente credito a sigle e associazioni che a quanto pare non si presenteranno nemmeno con una propria lista, come ampiamente prevedibile".

Con Fedriga

"A livello regionale – dice Bertossi – sosterremo con convinzione il presidente Fedriga, candidatura autorevole e credibile e, ad essere sinceri, non capiamo quali vantaggi avrebbe Udine con la vittoria di un sindaco di sinistra, finendo all’angolo e isolata dal governo nazionale, dalla Regione e nei confronti di Trieste, Gorizia, Pordenone, Monfalcone, Tolmezzo, Lignano, Cervignano, Cividale, Latisana, e via dicendo, tutti governati dal centrodestra. In questi cinque anni Prima Udine ha onorato gli impegni presi con gli elettori lavorando con assiduità e competenza sui problemi per il bene della città e non per utilità elettorali".

Cosa si è fatto

"Non abbiamo mai fatto opposizione ideologica e su sicurezza, polizia locale e utilizzo dell’esercito in ausilio alle forze dell’ordine. Abbiamo sempre votato con la maggioranza – analizza Bertossi –. Lo Statuto comunale è passato grazie ai nostri voti e il nostro emendamento sulla famiglia ha risolto una situazione parecchio complicata. Sulle mense scolastiche abbiamo dato sempre pieno sostegno al nuovo assessore che ha risolto i problemi denunciati dai genitori. Abbiamo sempre fatto proposte costruttive dalle modifiche al porta a porta al turismo, persino sulla centralina davanti alle Grazie. Se il sindaco avesse ascoltato e dialogato di più  molti errori sarebbero stati evitati e l’auspicio è che in futuro cambi questo atteggiamento di chiusura". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertossi: "Nessun vantaggio per Udine con un sindaco di sinistra"

UdineToday è in caricamento