Oscar Giannino arriva in FVG e promette una civica per le regionali

Il giornalista di Radio24 sabato pomeriggio a Udine per presentare la sua proposta "Fermare il declino", in 10 punti, tutti economici. "In Fvg Pd e Pdl sbagliano entrambi"

Uno scatenato Oscar Giannino

Il pubblico di Oscar Giannino è composto da tanti, tantissimi giovani. All'auditorium del centro culturale Le Grazie, proprio tutti non ci stavano sabato pomeriggio e molti sono rimasti fuori. Peccato, perché il giornalista di Radio24 sembra aver conquistato gli udinesi con le sue parole, tante e pronunciate a volte troppo velocemente, con il suo look eccentrico alla Oscar Giannino e con le sue proposte per l'Italia, tutte secondo una ricetta economica. E' arrivato anche a Udine a presentare “Fermare il declino”, quello che non è un partito, ma un movimento fatto dalla società civile. E annuncia un possibile ritorno, non fisico, ma politico per le regionali 2013. “Proverò a formare una lista civica per il 2013, magari cercando l'alleanza di qualche movimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



La politica attuale per ora non gli piace, né il Pdl, che si sta scavando la fossa con una gara all'autosepoltura, né la Lega Nord, a cui però va riconosciuta l'idea delle macroregioni, né il Pd, anche se per le primarie del Centrosinistra tifa per Matteo Renzi, né Beppe Grillo, anche se capisce chi lo vota. Stesso discorso per il Friuli Venezia Giulia, una regione inutilmente a Statuto speciale, secondo Giannino perché si tratta di “un modello storicamente superato”. “Il Pdl sta cercando di travestirsi da civico e Debora Serrachiani pensa che basti rimanere fermi ed ereditare: sbagliano entrambi”.

Il rimedio sono i numeri e per un economista non poteva essere altrimenti. “I problemi di fondo sono la politica italiana nel suo complesso – ha spiegato – e lo Stato che ha sbagliato su tre fronti: banche, fisco e pagamenti. Una perdita simile di consumi, reddito e imprese non si vedeva dal secondo dopo guerra”. E i lui i numeri della crisi li ha detti. “Altrimenti chi è più bravo a fare chiacchiere te la mette nel fondoschiena – ha aggiunto – e gli italiani di fronte a questa situazione fanno bene a protestare”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • L'eccezione che conferma la regola: a Udine c'è un albergo costretto a mandare via i clienti

  • Appalti truccati, arrestato il sindaco di Premariacco Roberto Trentin

  • Pizza senza lievito, tavolini vista roggia e piatti a base di pesce: nuovo locale a Udine

  • Chiuso l'Hotel Friuli. «Ma a Udine chi rimane aperto è quasi incosciente»

  • Coronavirus: salgono i contagi e i ricoverati in terapia intensiva in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento