menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando il voto è valido e quando non lo è?

Voti validi e voti non validi. Indicazioni nel caso in cui si si sbagli e si voglia tornare indietro. Aspetti utili e interessanti della scheda elettorale

Ogni elemento che possa rendere riconoscibile il voto comporta la nullità dello stesso. Pertanto occorre un minimo di attenzione per evitare di invalidare il proprio voto. Ad esempio, non si può barrare un simbolo facendo uscire il tratto di matita molto oltre il cerchio, fino a "invadere" altri simboli o altri rettangoli. Non si può apporre altro che la "X" per barrare simbolo e/o nome del candidato a sindaco, quindi ad esempio tracciare una "V" comporta nullità del voto, così come scrivere a mano il cognome di un candidato a sindaco (che va invece barrato, perché è prestampato). Il voto viene invalidato anche se si barra più di un simbolo e/o più di un nome di candidati a sindaco.


SE CI SI SBAGLIA? - Può sembrare banale, ma ci si può sbagliare a votare. Se ci si accorge dell'errore (o se si ha un "ripensamento" dell'ultimo secondo) prima di avere riposto la scheda nell'urna, è possibile chiedere al presidente di seggio (o, se non presente al momento, al suo vice) una nuova scheda in sostituzione di quella usata. Occorrerà verificare che la scheda sbagliata venga annullata dal presidente e riposta in un contenitore a parte. Se invece ci si rende conto di avere sbagliato a votare dopo che la propria scheda è stata riposta nell'urna ufficiale, non si può più "tornare indietro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento