Tricesimo: la lista civica "Un'altra Tricesimo" sosterrà Andrea Mansutti

Carlo Barcobello sarà il capolista alle prossime amministrative nel comune collinare. Il tutto è stato presentato a un incontro a cui hanno partecipato anche Franco Bandelli e Roberto Asquini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Presentato il simbolo della lista civica in vista delle prossime elezioni amministrative a sostegno del sindaco Andrea Mansutti, insieme agli alleati dell’Udc e della Lega Nord. Sabato sera, all’hotel Boschetti, la lista civica “Un’altra Tricesimo” si è presentata ai cittadini ufficializzando l’appoggio al sindaco uscente e proponendosi “come forza moderata di rifermento  per Tricesimo”.

Una linea, questa, illustrata dai promotori della lista, tra i quali Carlo Barcobello, e sostenuta anche dal leader di “Un’altra Regione”, Franco Bandelli e dallo stesso sindaco Andrea Mansutti presente all’incontro. Tra il pubblico, presente anche il consigliere regionale, presidente del “Gruppo Misto”, Roberto Asquini, intervenuto a sostegno della lista.
 
Oltre alla squadra che sosterrà la ricandidatura di Mansutti (Antonio D’Alfonso, Fabrizio Merlino e Massimiliano Trinco), è stato illustrato anche il simbolo: “Un’altra Tricesimo.. per  Un’altra Regione, che alle urne, ha fatto sapere Barcobello, “riporterà anche l’indicazione Mansutti Sindaco”. “Lontani dal chi ha instaurato un clima distruttivo - ha spiegato Barcobello durante la presentazione - la nostra lista desidera elaborare, assieme ai nostri alleati dell’Udc e della Lega Nord, un programma serio capace di migliorare la qualità della vita della popolazione, modernizzare le istituzioni locali e rafforzare la democrazia partecipativa”.
 
Infine, ha concluso l’esponente di “Un’altra Tricesimo”, “vogliamo restituire alla politica il ruolo che spetta, essere il principale luogo di confronto e dialogo in paese dedicandoci a questioni sociali, economiche, ambientali e di sicurezza”.
 

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento