Serracchiani: "Ho scelto di non ricandidarmi e probabilmente questo non ha pagato"

Il commento dell'ex presidente del Friuli Venezia Giulia che ieri sera è stata ospite a "Otto e Mezzo", programma di approfondimento condotto da Lilli Gruber su La7

 

Ospite su La 7 a "Otto e Mezzo", Serracchiani ha commentato così il risultato alle Regionali emerso dallo spoglio lunedì 30 aprile (minuto 11): "Giovedì in direzione cercheremo di capire perchè siamo arrivati al 18% - spiega la neodeputata-. Come fare per rilanciare il Pd e quello che sta succedendo nei territori. Noi abbiamo una volatilità del voto pazzesca. In Friuli Venezia Giulia il Partito Democratico ha perso. Io ho perso, abbiamo perso il governo regionale. Io devo fare un'autocritica per quello che è accaduto: ho scelto di non ricandidarmi e probabilmente questo non ha pagato anche rispetto al lavoro che avevo fatto nei 5 anni precedenti. Ho fatto delle riforme molto profonde, una delle quali è la riforma della sanità; e quando si tocca la salute per i cittadini è molto delicato. Ho avuto un'opposizione molto forte che non ha guardato in faccia nessuno nel raccontare le cose che potevano essere approfondite in modo diverso. Ho sbagliato il metodo con cui ho fatto quelle riforme? Probabilmente sì, ho commesso degli errori e devo fare autocritica su quello che è accaduto. Dopodiché il Partito Democratico in Friuli Venezia Giulia per fortuna ha tenuto, ha dilagato la Lega, ma vorrei ricordare che il M5s è passato in un mese e mezzo dal 25% al 7%".

Sulla direzione attesa per giovedì prossimo, l'ex vice segretaria ha poi aggiunto: "Dobbiamo capire chi deve fare cosa e il nostro indirizzo politico. Qual è la ragione ideale che ci tiene insieme. Il problema non è Renzi". Sulla sua eventuale candidatura al congresso, Serracchiani ha poi aggiunto: "Vedremo se ci sono le condizioni, in caso non mi sottrarrò". 

Davanti al Comune va in scena il "funerale della Serracchiani"

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento