Costruire futuro lancia una nuova proposta per il natale udinese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

A tre mesi esatti dal Natale, Costruire futuro lancia una nuova proposta per il natale udinese Dal punto di vista di una amministratore oggi scatta il conto alla rovescia per pianificare le iniziative natalizie. Il Natale è il periodo dell’anno che determina una delle maggiori opportunità per molti settori merceologici, dal commercio, alla ristorazione e determina un indotto non indifferente per moltissime persone. Tutti siamo coscienti oggi di quanto a Udine l’economia sia in difficoltà, il piccolo commercio locale annaspa, avendo minore capacità di reazione rispetto alla grande distribuzione, che a sua volta è in difficoltà con l’online. Ma il piccolo commercio, la piccola imprenditoria, quello che offre servizi di prossimità nei nostri quartieri , gli artigiani, sono la linfa di questa città. La presidente di Costruire Futuro Antonella Eloisa Gatta non risparmia critiche sull’operato delle amministrazioni negli anni precedenti: “Non vorrete mica cavarvela con 4 luminarie ed un concertino in centro ? … e non è una battuta basta guardare lo storico!!!!! volete dare alla nostra città ( economicamente si intende) il colpo di grazia fra tre mesi?? Delegando tutti gli acquisti ai centri commerciali, ingrassando i fondi che lo sostengono . Concentrare in centro o comunque in un solo luogo significa soffocare la città , con la gente che si fa la passeggiatina e fa poi acquisti nei centri commerciali , per l’amor di dio importanti anche quelli , ci lavorano tanti concittadini, ma spalmare le opportunità non significa dividerle la amplificarle! Quindi lanciamo una proposta a tutte le forze di maggioranza e opposizione per il bene della nostra città!! Sfruttando le stesse zone individuate per il porta a porta la proposta indirizzata a maggioranza ed opposizione prevede un giorno , un Weekend, per quartiere a tema natalizio, riorganizzando il traffico , abbattendo o annullando pro tempore la tassa comunale di occupazione del suolo pubblico finalizzata alla creazione di stand nelle aree antistanti i negozi . Cosicché le attività commerciali, articoli da regalo negozi di abbigliamento, fiorai , panifici e pasticcerie , ristoranti, osterie possano allestire nelle vie determinate in ogni quartiere degli stand , come mercatini di prossimità e come luogo di passeggio, e conoscenza della offerta . La proposta prevede il coinvolgimento di artisti e artigiani che nelle stesse strade possono mostrare e vendere le loro opere per proporle come regali di natale, valorizzando l’enorme patrimonio artistico di questa città. Ed ancora i quartieri possono consorziarsi e chiedere ai tantissimi musicisti udinesi (sappiamo quanto questi siano stati penalizzati nei mesi precedenti) di portare musica. Un Week end alla volta, un quartiere alla volta coinvolgendo tutta Udine, con i mercatini di Natale udinesi.

Antonella Eloisa Gatta Presidente di Costruire Futuro https://www.facebook.com/costruirefuturoudine

Torna su
UdineToday è in caricamento