Bini annuncia 17 milioni per le imprese: "Un segnale forte"

Bolzonello (Pd): "In aula nessun consigliere ha visto il testo del disegno di legge"

"Il nuovo disegno di legge che integra il sostegno alle attività produttive e le misure previste dalla legge regionale 3/2020 è un segnale forte dato al sistema economico del Friuli Venezia Giulia". Lo ha detto l'assessore alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, al termine della Giunta straordinaria che ha approvato il disposto con il quale sono previsti ulteriori interventi a beneficio delle imprese in relazione alle conseguenze della pandemia da Covid-19.

"Vogliamo continuare a sostenere le nostre pmi – questa la sintesi di Bini – con l'iniezione di circa 16-17 milioni di fondi europei per l'innovazione, la riorganizzazione delle attività produttive e la dotazione delle attrezzature e dei dispositivi di protezione individuale. Inoltre per favorire maggiori interventi sulla liquidità, ampliamo gli strumenti di accesso al credito".

Il documento supporta la riconversione produttiva dei settori manifatturiero e terziario e gli adeguamenti resi necessari dalla pandemia, sostiene i processi di digitalizzazione, potenzia le misure di accesso al credito delle imprese e amplia i contributi previsti dalla legge Sabatini Friuli Venezia Giulia. Il provvedimento rafforza la filiera del legno/arredo, supporta l'operatività dell'albergo diffuso e favorisce l'utilizzo senza aggravi erariali delle aree all'aperto per bar e ristoranti. Rilevante, infine, lo spostamento delle scadenze per le manifestazioni e gli eventi turistici già finanziati o in attesa di graduatoria, che potranno tenersi entro il 2021 senza perdere i contributi previsti.

Bolzonello

"I pochi articoli a sostegno delle attività produttive, finalmente sono stati approvati dalla Giunta dopo continui rinvii tutti interni alla maggioranza di centrodestra. Ora è tempo che l'Aula possa esaminare il provvedimento, capire cosa c'è ed eventualmente aumentarne la portata a favore delle imprese. L'urgenza di portare in Aula tra una manciata di giorni un disegno di legge che nessuno in consiglio ha nemmeno visto non è spiegabile. Ci si concentri nel frattempo sul provvedimento della Giunta (che avrebbe bisogno di ulteriori correzioni) sui contributi a fondo perduto che devono ancora essere aperti, e si portino in Aula queste nuove misure fra una settimana, al termine del ddl omnibus, eventualmente anche come emendamenti all'omnibus stessa (in calendario dal 9 all'11 giugno), per avere così la possibilità di condivisione e valutazione". A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello commentando l'annuncio dell'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini.

"A oggi non ci è stato comunicato nulla riguardo al nuovo disposto licenziato nella seduta odierna della Giunta. Da quanto si sa, ci sono alcune parti previste già nel ddl80, poi ritirato a causa dell'emergenza coronavirus, ma rimaniamo comunque in attesa di vedere questo provvedimento che va valutato in maniera seria. Per questo l'appello che rivolgiamo al presidente Fedriga è di riconsiderare i tempi e di posticipare di una settimana la sua discussione in Aula, in coda alla legge omnibus. Solo così si potrà garantire una base di condivisione come avvenuto in passato con gli altri provvedimenti a favore del mondo produttivo ed economico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento