L'emergenza Covid 19 al centro del Consiglio regionale, tra question time e rinvii

L'organo legislativo si è riunito questa mattina, nuovamente in presenza, a distanza di 25 giorni dall'ultima seduta

Il presidente Massimiliano Fedriga e il suo vice Riccardo Riccardi

Il presidente Piero Mauro Zanin ha aperto oggi alle 10.20 i lavori del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, riunito oggi a Udine, nell'auditorium della Regione, nuovamente in presenza a distanza di 25 giorni dall'ultima seduta che, lo scorso 11 marzo, era servita ad approvare le prime misure urgenti per affrontare l'emergenza da Covid-19.

Dopo avere ribadito le misure di contenimento e prevenzione adottate per consentire lo svolgimento della seduta odierna, Zanin ha annunciato il rinvio a domani delle prime due interrogazioni a risposta immediata (Iri), entrambe rivolte al vicegovernatore con delega a Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi, a firma dei consiglieri Francesco Russo (Pd) ed Emanuele Zanon (PrFvg/Ar) che, rispettivamente, chiedono l'esatta scansione temporale dei tamponi effettuati sui 904 ospiti delle case di riposo del territorio Asugi e informazioni afferenti alle spese sostenute da Pc Fvg e direzione regionale Salute per fare fronte all'emergenza sanitaria.

A questo proposito, Russo ha evidenziato quanto Riccardi abbia tutti gli elementi per rispondere oggi alla sua interrogazione, tanto che il suo rifiuto odierno viene considerato grave e non giustificabile. Zanin, però, ha avvocato a sé la scelta, spiegando che dopo avere preso atto del verbale relativo all'ultima seduta on line, quella sospesa e annullata il 29 aprile per problemi nel collegamento telematico, ha verificato che la risposta fornita nell'occasione da Riccardi era troppo disturbata per risultare comprensibile, rinviando a domani la nuova replica.

In precedenza aveva preso la parola il governatore Fvg, Massimiliano Fedriga, per informare l'Assemblea delle scelte adottate dalla Giunta regionale in funzione dell'emergenza da Covid-19, da ieri entrata nella cosiddetta Fase 2. Dopo avere riassunto l'operato, Fedriga ha precisato che mai sono state delegittimate le scelte sanitarie nazionali e né lui né Riccardi hanno mai pensato di sostituirsi agli esperti della sanità, atteggiamento che sarebbe apprezzabile da parte di tutti.

Sollecitato dal capogruppo Pd, Sergio Bolzonello, il governatore ha confermato piena disponibilità al confronto su tutte le tematiche. L'Aula ha quindi avviato il Question Time con l'Iri del dem Cristiano Shaurli che rivolgendosi a Riccardi, chiede lumi rispetto alla consegna alla popolazione delle due mascherine protettive previste. Al termine delle interrogazioni, è previsto l'esame del ddl 86 Misure tecnico-contabili urgenti per fare fronte all'emergenza Covid-19 e, successivamente, del ddl 83 Contributi per interventi manutenzione reti stradali comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

Torna su
UdineToday è in caricamento