Consiglio comunale di San Giorgio, approvato il rendiconto 2019

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Consiglio Comunale di San Giorgio di Nogaro ha approvato il bilancio consuntivo del 2019, dove si evidenziano in particolare, i risultati sui temi delle politiche energetiche, sui rapporti con i consorzi, le partecipate e sullo sviluppo del territorio. Il Vicesindaco Bertoldi spiega che «ci è voluto un anno per realizzare ciò che avevamo analizzato all’inizio. Siamo riusciti a preservare i fondi comunali usufruendo l’opportunità dei fondi statali che hanno consentito di avviare i lavori per il relamping del palazzetto dello sport e sistemare l’impianto sportivo. Tale lavoro continuerà, usufruendo dei fondi statali anche per i prossimi anni». L' amministrazione del Sindaco, Roberto Mattiussi, ha ottenuto poi il risultato di stralciare dal regolamento fognario del Consorzio acquedotto Friuli centrale l'ipotesi di dotare le fontane della Bassa di misuratore di portata d'acqua. «Una questione di non poco conto per il futuro dei pozzi artesiani – è il commento del vicesindaco - in quanto toglie l'obbligo all'installazione del contatore alle fontane, che sarebbe dovuta avvenire a carico dell'utente (dai 200 ai 500 euro). Inoltre i cittadini avrebbero dovuto installarlo al limite della proprietà rendendolo disponibile alla lettura e ai controlli. E’ stata predisposta la bozza del regolamento fognatura (e nel nuovo regolamento non si troverà più questa dicitura). Abbiamo lavorato per convincere i cittadini ad allacciarsi e nel contempo rientrare nella possibilità di accedere alla contribuzione Regionale e si è lavorato affinché nella bozza del regolamento fognatura il tempo per il nullaosta a iniziare i lavori non sia di due anni ma di tre ». Bertoldi parla poi degli interventi sui corsi d' acqua: «dopo un intervento straordinario sulla vegetazione del fiume Corno (e con i ribassi d'asta su una parte del fiume Corgnolizza), sarà possibile una successiva manutenzione ordinaria periodica dei corsi d’acqua e dei fiumi, in maniera più semplice, da realizzare grazie allo stanziamento regionale al Consorzio Bonifica Pianura Friulana». Sul piano di formazione territoriale, alle aziende prossime ad ampliarsi è stato fornito da parte della Regione un piano di formazione da 400 ore per saldatore, 220 ore di teoria e 180 ore di parte pratica. Infine l'amministrazione comunale ha riferito sul «grosso lavoro iniziato con COSEF, CAFC, Consorzio Bonifica Pianura Friulana da inizio 2019 per affrontare il tema della Progettazione esecutiva della Bonifica delle falde superficiali dell’area EX Cogolo e sulla quale successivamente si è inserita la possibilità di costruire una nuova vetreria. Questo ha comportato un grosso impegno di tempo e di assorbimento di risorse su un argomento non ordinario – spiega ancora il vice sindaco - che però ha portato a un risultato: il recente atto di delegazione amministrativa al Consorzio Bonifica Pianura Friulana, per sviluppare i successivi avanzamenti progettuali fino alla costruzione e al collaudo delle opere, supportati dalla Direzione centrale dell’ambiente e dell’Agenzia Regionale per la protezione dell’ambiente e coinvolgendo il Consorzio di Sviluppo Economico per l’area del Friuli. Questi sono argomenti – è la conclusione - che non si trovano nei numeri contabili del Bilancio, ma che se si realizzeranno daranno un importante impulso occupazionale per tutto il territorio del Comune di San Giorgio di Nogaro.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento