menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Peroni

L'assessore Peroni

Il consiglio delle Autonomie Locali approva il bilancio

L'ok arriva a grande maggioranza: ecco come saranno suddivise le risorse economiche su sanità, carburanti, ambiente e industria. Al settore lavoro andranno due milioni di euro in meno rispetto al 2014

Il Consiglio delle autonomie locali ha poi espresso a larga maggioranza parere favorevole, con 13 voti a favore e cinque astensioni, sia rispetto allo schema di disegno di legge finanziaria regionale per l'anno 2015 che allo schema di disegno di legge regionale di approvazione del bilancio di previsione per l'anno 2015 e per gli anni dal 2015 al 2017.

L'assessore regionale alle Finanze Francesco Peroni, nell'illustrare la manovra, si è in particolare soffermato sui contenuti principali della legge finanziaria.

Al settore sanitario, in vista della riforma, saranno assegnati 30 milioni di euro in più rispetto all'esercizio precedente, riservando particolare attenzione alle politiche sociali: un'assegnazione di 10 milioni di euro consentirà infatti l'accesso agli asili nido, superando l'attuale metodo di pagamento delle rette, fondato sulla rendicontazione della spesa da parte dei fruitori. Una prassi che di fatto escludeva da questo prezioso servizio i soggetti meno abbienti. Saranno altresì previsti incentivi a sostegno del reddito.

Al settore del lavoro andranno 51,2 milioni di euro, 2 milioni in meno rispetto al 2014, mentre un incremento di 3 milioni di euro,
sempre rispetto all'anno in corso, consentirà l'avvio della riforma del Piano di sviluppo industriale regionale. In linea con quanto stabilito per quest'anno, all'ambiente saranno destinati 26,5 milioni di euro.

Trenta milioni di euro serviranno ad assicurare il mantenimento dello sconto sul prezzo dei carburanti, fino al mese di agosto, in linea con quanto previsto per il 2014. Alle infrastrutture saranno destinati, come per quest'anno, 250 milioni di euro; alla cultura 37 milioni di euro, mentre alla Protezione civile sarà destinato un milione di euro in più per le spese di investimento.

La novità sostanziale a partire dal prossimo anno, che interesserà chi è chiamato ad amministrare il sistema delle autonomie locali, è rappresentata, dalla possibilità di programmare su scala triennale.

Il Consiglio delle Autonomie locali ha quindi approvato all'unanimità (14 i consiglieri presenti) due provvedimenti della Giunta regionale.

Il primo riguardava la "Programmazione dell'utilizzo delle risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali per l'anno 2014 secondo i macro-livelli e gli obiettivi di servizio stabiliti dal decreto del 21 febbraio 2014 dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze".

Come ha commentato l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, questo provvedimento permetterà di proseguire
lungo il cammino avviato lo scorso anno, secondo i criteri già individuati dal ministero e condivisi con le altre Regioni.
Consentirà pertanto ai Comuni di svolgere con efficacia gli interventi a favore dei cittadini più bisognosi di aiuto.

Il secondo provvedimento riguardava la determinazione della distanza dai luoghi sensibili per la nuova collocazione di apparecchi per il gioco di azzardo lecito, in attuazione della legge regionale che reca le "Disposizioni per la prevenzione, la cura e il contrasto della dipendenza da gioco di azzardo e delle problematiche correlate".

A tale proposito l'assessore Telesca ha anticipato che verificherà la possibilità di apportare alcune modifiche ai contenuti della legge, per quanto attiene ai Comuni situati in aree montane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento