menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pirone boccia l'idea dei consigli di quartiere: "La partecipazione non è un poltronificio"

Il commento del capogruppo della lista Progetto Innovare alla proposta di regolamento illustrata dalla giunta Fontanini sulla composizione di 9 mini-consigli territoriali

“La partecipazione non è un poltronificio: la rappresentanza deve essere elettiva!” - dichiara Federico Pirone come immediata risposta di Progetto Innovare alla proposta di regolamento sui Consigli di Quartiere. “Dopo i mesi di campagna elettorale passati a predicare la partecipazione e condivisione delle scelte, la maggioranza ha finalmente messo nero su bianco la sua proposta: un regolamento improvvisato, raffazzonato e inadeguato che ingabbia la partecipazione nell’ambito degli “amici degli amici”. 

"Il regolamento prevede la costituzione di 9 mini-consigli dove riproporre e imporre le logiche di maggioranza e opposizione, nei quali viene garantita l'egemonia della maggioranza comunale e compressa la rappresentanza territoriale. Quel che è peggio - aggiunge il capogruppo - è che tutti i consiglieri di questi consigli sarebbero scelti e nominati dal sindaco, in palese violazione dei principi di democrazia e partecipazione. Una proposta che viene sottoposta al Consiglio senza essere stata condivisa con il territorio e con una suddivisione dei 9 quartieri fortemente sbilanciato per rispondere alle esigenze dei bocciati del centrodestra. Progetto Innovare - conclude il consigliere - , che il suo progetto sulla partecipazione lo aveva messo nero su bianco prima delle elezioni, metterà in atto ogni azione possibile per impedire questo scempio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento