menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lignano, parla il sindaco: "Resisteremo alla causa di Exe"

Luca Fanotto ha annunciato che il Comune si difenderà dopo il procedimento intentato dalla società per il recupero di un credito

Il Sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, ha annunciato che il Comune resisterà “alla causa intentata da Exe”. Nei giorni scorsi, infatti, gli uffici comunali si sono visti recapitare l’atto di citazione in giudizio da parte di Exe per il recupero di un credito di circa 378 mila Euro + iva. Una vicenda del 2008, quando Exe ha aumentato unilateralmente il costo a tonnellata del trattamento dei rifiuti conferiti all'impianto del ‘Pantanel’ passando da 110 euro + iva a tonnellata a 150 euro + iva. Le fatture furono da subito oggetto di contestazione da parte del Comune di Lignano in quanto l’aggiornamento del prezzo contrattuale era previsto solo dopo tre anni dalla stipula del contratto.

 “E’ strano che una società faccia causa a un proprio socio – afferma Fanotto – ed è altrettanto strano che questa citazione in giudizio arrivi a 5 anni di distanza, proprio ora che il bilancio del 2013 dell’Exe, che deve essere ancora approvato, stima una perdita di 2 milioni e 191 mila euro.”

Il Comune di Lignano sostiene attendere la convocazione dell’Assemblea della Società dal 10 gennaio, poi rinviata a data da destinarsi a seguito della presentazione di una relazione da parte del Comune di Lignano come richiesta di responsabilità nei confronti degli Amministratori di Exe. È stata annullata anche quella del 31 marzo. Ad oggi non si sa ancor nulla circa la data della nuova convocazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento