rotate-mobile
Politica

"Giù le mani dagli alpini, no a processi sommari"

Così Lorenza Ioan, consigliera delegata alle Pari Opportunità, che chiede una collaborazione tra Alpini e commissione pari opportunità del Comune di Udine per la riuscita dell’Adunata del prossimo anno

“Giù le mani dagli alpini” afferma Lorenza Ioan, consigliera delegata alle Pari Opportunità riferendosi alla petizioni online che vuole fermate per due anni le adunate degli Alpini, tra cui quella di Udine prevista nel maggio 2023. E chiede che, in occasione dell’evento, ci sia una fattiva collaborazione tra gli organizzatori e la commissione Pari opportunità del comune di Udine di cui è commissaria per “evitare situazioni inopportune e per garantire che l’evento sia una festa per tutti”.  Ioan sottoliena: “A Udine ci sarà tolleranza zero per episodi a sfondo sessista o molesto, sempre. In occasione dell'evento del prossimo anno, mi piacerebbe veder sfilare assieme ai tanti cartelloni celebrativi, uno dedicato alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Sono sicura che gli Alpini accoglieranno il mio invito e Udine ne sarà orgogliosa.”. 

Sulla petizione

La consigliera dice “Mi indigna l'atteggiamento di chi, senza nemmeno fornire prove, accusa un intero corpo di fatti così gravi. Una storia di solidarietà, generosità, altruismo, coraggio e passione non può e non deve essere macchiata da accuse generiche e vaghe”. Ioan aggiunge: ”Se ci sono stati comportamenti scorretti, si faccia chiarezza. Ma non ha senso fare processi sommari, inventare petizioni e arrivare addirittura ad assurde ipotesi di cancellazione di un evento che Udine sarà orgogliosa di ospitare. Gli Alpini rispondono presente, sempre. Quando c'è un terremoto, un'alluvione, una calamità, loro si rimboccano le maniche e aiutano. Pensare che questo corpo debba subire certi attacchi significa sparare nel mucchio e mortificare l'impegno di tante persone”. La sua reazione va a braccetto con le dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino di Udine, Pietro Fontanini, che aveva dichiarato, nella giornata di ieri come la raccolta firme contro l’Adunata fosse profondamente scorretta e infangasse la tradizione e la storia degli Alpini.

Fontanini contro la petizione che vuole fermare l’Adunata

Ioan conclude: “Agli Alpini va il rispetto, la gratitudine e in questo caso la piena solidarietà perché le persone non colpevoli non possono essere messe ingiustamente alla gogna da becere strumentalizzazioni di carattere ideologico e politico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giù le mani dagli alpini, no a processi sommari"

UdineToday è in caricamento