rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Mobilità / Centro / Via Mercatovecchio

Pedoni e ciclisti assieme in via Mercatovecchio: "Così i turisti arrivano nel cuore della città"

Dopo le accuse del consigliere dem Venanzi, il vicesindaco Loris Michelini rivendica la scelta di far passare il tracciato della ciclovia Alpe Adria proprio per l'asse centrale

"I cicloturisti vogliono passare per il centro storico e via Mercatovecchio è il salotto buono della città da cui iniziare il giro per poter ammirare le sue bellezze". Così il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Loris Michelini torna sulla vicenda della ciclovia Alpe Adria dopo le accuse del capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale, Alessandro Venanzi, sulla poca chiarezza del tracciato della Ciclovia Alpe Adria Fvg1.

Cosa è successo

Il consigliere dem ha sollevato delle perplessità legate al tracciato e alla segnaletica dell’itinerario ciclabile transfrontaliero che congiunge Salisburgo con Villaco, Udine, Aquileia e Grado. Uno dei punti in discussione riguardava la convivenza di pedoni e cicloturisti in via Mercatovecchio.

Da dove passa la ciclovia Alpe Adria?

"Innanzitutto, il percorso è stabilito a livello regionale – afferma Michelini – ed è stato concordato il passaggio per via Mercatovecchio, proprio per portare i turisti nel cuore della città". “Chi fa spesso viaggi in bicicletta – prosegue – arrivava in questa zona comunque in modo autonomo. Anche se il tracciato insisteva per bypassare il centro storico. E in più, parliamoci chiaro, i turisti austriaci e tedeschi sono abituati a circolare in bicicletta e di certo non li vedi sfrecciare a tutta velocità come certi cittadini. Sono molto rispettosi del codice della strada, molto spesso in zona pedonale portano la bicicletta a mano. Loro sono abituati, nelle grandi città funziona così e chi ha questo modo di viaggiare su due ruote lo sa. Siamo solo qui che ci poniamo il problema di mettere insieme pedoni e ciclisti”.  Il vicesindaco, quindi, rivendica la scelta di far passare la ciclovia proprio per il centro storico. E sottolinea: “Noi dobbiamo abituarci ancora a vivere la mobilità lenta in un certo modo. Sarà nostra cura anche mettere nuove postazioni di parcheggio delle bici per incentivare i cicloturisti a fare una sosta e a visitare il nostro patrimonio artistico e culturale”. “Siamo stanchi delle polemiche senza senso. Se ci fossero delle opinioni costruttive, che facessero proposte concrete per portare benefici ai cittadini, le accetterei. Ma in questo caso – conclude  – servono solo per attaccare la giunta e il suo lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedoni e ciclisti assieme in via Mercatovecchio: "Così i turisti arrivano nel cuore della città"

UdineToday è in caricamento