Bonus Inps da 600 euro, lo ha preso anche il consigliere regionale Franco Mattiussi

Il politico si difende sul suo account di Facebook: "Profittato di una norma che lo consentiva"

Se a livello nazionale impazza la polemica sui parlamentari che hanno fatto domanda per il bonus Inps da 600 euro il Friuli Venezia Giulia non è da meno. Tra i beneficiari del contributo una tantum, per sua stessa ammissione, il consigliere regionale di Forza Italia Franco Mattiussi. Titolare di partita Iva vista la sua attività di albergatore nella Bassa Friulana ha potuto fare la domanda e incassare il denaro, "profittando di una norma che lo consentiva", come scrive lui stesso sul suo account di Facebook. 

La difesa di Franco Mattiussi, pubblicata sul suo profilo Facebook

Capisco la semplicità dell’antipolitica.
Capisco il caldo e, forse, una certa rabbia sociale.
Che taluni aiutano a montare.
Magari non troppo giustificata da foto balneari.

Capisco il richiamo alla morale.
Ma fatico a vederne una definizione compiuta in questo tempo.

I parlamentari – così come Sindaci e consiglieri regionali vari ed eventuali – che hanno richiesto il bonus INPS non hanno rubato nulla.
Nulla.
Hanno esercitato un loro diritto.
Hanno, in un certo senso, profittato di una norma che lo consentiva.

L’avere partita iva presuppone l’esistenza di un lavoro autonomo parallelo alla figura politica ricoperta.
Due dimensioni da tenere distanti e separate.
Onde evitare di fare della politica un mestiere.
E di quel mestiere la vita.
Dando spazio, allora si, all’antipolitica.

Io, personalmente, ho effettuato la richiesta e ho ottenuto il bonus.
Bonus che ho potuto “immettere” nelle casse aziendali.
Utilizzando quei soldi anche per far quadrare conti che comunque dovevano essere saldati.
Perché nonostante tutto fosse fermo, bollette e tratte continuavano ad arrivare.

Quindi, calma.
Sangue freddo e razionalità.
Che puntare il dito è fin troppo facile.
Vedere la luna un’altra cosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento