Assistenza delle persone anziane nella fase due, Liguori (Cittadini):“Pronti a dare il nostro contributo”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

“La FASE 2 dell’Emergenza Coronavirus si apra con la costruzione di una Rete Geriatrica nelle tre aziende sanitarie di area vasta, che colleghi e coordini i percorsi di tutela della salute e sociali della persona anziana attualmente esistenti nei Territori (domicili, centri diurni, strutture riabilitative RSA, e case di riposo) e tra Territori e Ospedali per acuti”. E’ questa, in sintesi, la proposta avanzata dal gruppo consiliare dei Cittadini nella mozione depositata oggi in Consiglio regionale. “L’emergenza COVID-19 - ha spiegato la consigliera Simona Liguori, fortemente impegnata in questa situazione - ha messo a dura prova i sistemi sanitari dello Stato e delle Regioni, evidenziando criticità soprattutto nell’assistenza sui territori dove ci sono le strutture per anziani. Il “Modello a Rete” consentirebbe un’efficace presa in carico integrata della persona anziana nella propria abitazione (o nella casa di riposo) per il mantenimento della sua salute, della sua vita autonoma, per rallentarne il declino dello stato funzionale in presenza di malattie cronico-degenerative in fase iniziale (ad esempio demenza, scompenso di cuore, insufficienza di respiro, etc) e per garantirne la qualità di vita durante la fase avanzata di malattia. E qualora la persona necessiti di essere ricoverata per eventi acuti o per riabilitazione, la Rete agevolerebbe una continuità dei percorsi di assistenza dai domicili nei Reparti Ospedalieri e nelle RSA”. La composizione demografica del Friuli Venezia Giulia è caratterizzata da una forte componente della popolazione anziana attestata dal costante incremento nell’ultimo decennio dell’indice di vecchiaia che è passato dal valore di 187 del 2010 al valore di 217 nel 2019; ciò significa che in FVG le persone di età maggiore di 65 anni sono passate ad essere più del doppio rispetto ai residenti di età inferiore ai 14 anni. In base ai dati più aggiornati il tasso di patologie croniche nella popolazione anziana del Friuli Venezia Giulia è pari a 178 ogni 1.000 residenti con più di 65 anni e in valori assoluti la popolazione anziana con cronicità è pari a 272.151 soggetti. “Considerazioni e numeri - ha sottolineato Liguori - che già a dicembre 2019, durante la discussione in Consiglio della riforma sanitaria targata Riccardi-Fedriga, avevano indotto il gruppo Cittadini a presentare un subemendamento - bocciato poi dalla Giunta - per istituire la Rete Geriatrica. Un ripensamento sulla riorganizzazione dei Servizi socio-assistenziali agli anziani, non solo sulle case di riposo, ci troverà dunque ancora una volta pronti a dare il nostro contributo. Sarebbe auspicabile che il “Modello a Rete” venisse adottato nell’intero territorio regionale al fine di consentire alle tre Aziende sanitarie di area vasta di uniformare le buone prassi di presa in carico della persona anziana fragile, coinvolgendo il tessuto delle Associazioni di volontariato e del Terzo settore presenti nelle nostre comunità”. -- UFFICIO STAMPA GRUPPO CONSILIARE CITTADINI - REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento