Politica Centro / Via Antonio Zanon

Pizza: "Pista ciclabile di via Zanon? Meglio togliere i parcheggi"

L'assessore alla mobilità si rivolge anche ai commercianti: "Al primo posto va considerata la sicurezza di chi usa la bicicletta, che oltretutto è anche un potenziale cliente. Gli automobilisti cerchino parcheggio al Magrini".

Duecento metri di pista ciclabile o 12 parcheggi? Se lo chiede l'assessore alla mobilità Enrico Pizza, dopo le tante polemiche su via Zanon e forse conosce già la risposta: “se sarà necessario, toglieremo anche i parcheggi”. Non si tratta di una decisione definitiva o di un annuncio, al momento i tecnici del Comune sono al lavoro e se ne parlerà nella prima Giunta del 2012. Ma intanto l'idea di togliere i parcheggi blu, lasciando solo il carico/scarico c'è, perché al primo posto c'è la sicurezza dei ciclisti.

“Da quando è stata realizzata la pista ciclabile – spiega l'assessore – è aumentato il numero di ciclisti, perché quel tratto è stato fatto ascoltando le richieste dei cittadini. Basterebbe un po' di attenzione da parte di chi apre la portiera dell'auto”.

Pizza ricorda che la pista ciclabile è parte dell'itinerario via Zanon-Palamostre, il primo asse ciclabile del centro, che a breve sarà migliorato con l'ampliamento del marciapiede all'inizio di via Cosattini e la chiusura al traffico dell'aiuola di largo dei Pecile.

“Dobbiamo puntare alla mobilità sostenibile – conclude – preferirei conservare qualche posto auto, ma dovendo scegliere, rinuncerei ai parcheggi, visto che si può lasciare la macchina al vicino Magrini”. In risposta ai commercianti tanto critici nei confronti della ciclabile, Pizza ricorda: “anche i ciclisti sono clienti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza: "Pista ciclabile di via Zanon? Meglio togliere i parcheggi"

UdineToday è in caricamento