menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambiente: nel 2016 spesi 26 milioni per evitare allagamenti 

Circa metà della somma è stata utilizzata per mettere in sicurezza le sponde dei fiumi Isonzo, Malina, Natissa, Tagliamento e Terzo, oltre che quelle di diversi torrenti fra i quali il Cormor e il Cellina

Può partire subito la progettazione per gli interventi di manutenzione e di consolidamento spondale del corso d'acqua che attraversa la località di Strassoldo nel Comune di Cervignano (Ud). Questo il risultato del sopralluogo compiuto oggi dall'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, a cui ha preso parte anche il direttore del Consorzio di bonifica Pianura friulana, Massimo Canali, assieme al consigliere regionale Pietro Paviotti e al consigliere comunale di Cervignano, Giancarlo Candotto. Si tratta, come ha spiegato Vito, di avviare la procedura per i lavori che consentiranno di garantire un miglior scorrimento dell'acqua e quindi maggiori condizioni di sicurezza per chi vive nell'area interessata. Sarò lo stesso Consorzio, attraverso le risorse assegnate dalla Regione per gli interventi di sistemazione dei corsi d'acqua di competenza consortile, a finanziare la fase progettuale, ultimata la quale si potrà stimare con precisione il costo complessivo dell'opera e acquisire le necessarie autorizzazioni della Soprintendenza.

Sara Vito-2"Ci siamo fatti carico - ha sottolineato l'assessore – delle criticità intervenendo sul posto con i nostri tecnici e condividendo il percorso che porterà alla risoluzione del problema. Questo grazie alla collaborazione che, come in altre occasioni, si è instaurata con l'amministrazione municipale e il Consorzio di bonifica". Nell'occasione, l'assessore ha ribadito anche l'impegno dimostrato nei fatti dalla Regione sul fronte della sicurezza idrogeologica, in particolare attraverso lo stanziamento regionale per il 2016 di quasi 14 milioni di euro destinati ai Consorzi di bonifica e finalizzati a ridurre il rischio da allagamenti intervenendo sulle sponde e sugli alvei dei fiumi Isonzo, Malina, Natissa, Tagliamento e Terzo, oltre che su diversi torrenti fra i quali il Cormor e il Cellina.

Gli stanziamenti complessivi, sempre per il 2016, compresi quelli indirizzati, oltre che ai Consorzi, anche ai Comuni e al Servizio difesa del suolo della direzione regionale Ambiente ed Energia, ammontano a più di 26 milioni di euro, destinati a lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria sui corsi d'acqua e a opere idrauliche. "Una programmazione - ha concluso Vito - con la quale la Regione si è fatta carico di affrontare le criticità del territorio in più di un centinaio di siti, a riprova di come per questa Amministrazione la sicurezza ambientale rappresenti una priorità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento