rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica

Accordo tra governatori di centrodestra del Nord. Cecotti: «Una minestra riscaldata»

Il candidato presidente di Patto per l’Autonomia commenta l'asse tra governatori di centrodestra del Nord: «Un film già visto»

Duro il giudizio del candidato del Patto per l’Autonomia alla presidenza della Regione Friuli-Venezia Giulia, Sergio Cecotti, sull’annunciato asse tra governatori di centrodestra del Nord. Sabato 21 aprile, a Trieste, la firma dell’accordo tra Massimiliano Fedriga, Luca Zaia, Attilio Fontana e Giovanni Toti. «È una minestra riscaldata – commenta Cecotti –, un film già visto.Si tratta di una manfrina elettorale che il centrodestra ripete a ogni elezione regionale come il “contratto con gli italiani” di Berlusconi da Vespa. Il 16 febbraio 2013 l’allora presidente del Friuli-Venezia Giulia Renzo Tondo firmò un identico patto con Zaia, Maroni e Cota, che fu presentato dai firmatari come “patto per la macroregione del nord”. Sappiamo tutti che i patti firmati da Tondo sono stati una autentica tragedia per questa Regione. Evidentemente il centrodestra non impara nulla dai propri errori, e torna a ripeterli sempre uguali. Si dice che la storia si ripete sempre due volte: la prima volta in forma di tragedia, la seconda in forma di farsa. Tondo è stata la tragedia…»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo tra governatori di centrodestra del Nord. Cecotti: «Una minestra riscaldata»

UdineToday è in caricamento