Buone notizie nel settore delle bevande: corsi gratuiti e opportunità lavorative

In arrivo i corsi post diploma per chi vuole cimentarsi in quest’ambito in netta ascesa

In Italia, la passione per il buon cibo è qualcosa di assodato e diffuso: a chi non piace godersi un buon pasto, a casa o presso il proprio ristorante preferito?

L’esperienza, però, non può dirsi completa se, ad un gustoso piatto, non sono affiancati il tipo di vino o birra più adatti...gli italiani amano mangiare bene, ma anche bere bene!

Ecco perché il settore enogastronomico ha una grande appeal: coinvolge anche l’aspetto culturale, indissolubilmente legato al piacere del palato.

Probabilmente proprio per i motivi sopracitati, tra le mansioni legate a questo ambito, sta avendo ottimi riscontri la produzione e la commercializzazione di bevande (vino, birra e distillati).

A tal proposito, Civiform ha attivato un corso, inerente questo argomento, che partirà a metà ottobre e si terrà presso la sede di Cividale, con orario diurno e pomeridiano.

Il corso di tecnico della produzione e commercializzazione delle bevande è realizzato in collaborazione con IPSAA Sabbatini di Pozzuolo del Friuli, con ISIS Paolino D'Aquileia di Cividale del Friuli e Università degli Studi di Udine, nonché con i membri del Polo Formativo Agroalimentare del FVG.

Questo corso si propone di formare professionisti in grado di saper gestire la promozione e commercializzazione di vino e birra con strumenti e strategie corrette e secondo gli opportuni canali distributivi.

Inoltre, tali professionisti si applicano per scoprire e sperimentare nuove opportunità di valorizzazione, attivando processi logistici efficienti e integrati.

Operativamente, gli studenti impareranno a conoscere l'intero ciclo produttivo, dalle materie prime alle fasi di maturazione o fermentazione, passando per tipologie di prodotto e corrette tecniche di conservazione e imbottigliamento. Il tutto nel rispetto dei dettami normativi e dei protocolli produttivi e di commercializzazione previsti.

Trattandosi di una figura professionale che non solo lavora a stretto contatto con enologi, mastri birrai e responsabili della produzione, ma si trova a collaborare con svariati processi aziendali, è molto ricercata dalle imprese del comparto per la sua valenza tecnica altamente specialistica e versatile.

Questo profilo offre, infatti, numerosi sbocchi lavorativi: dalla possibilità di inserimento nel comparto agroalimentare e in particolare presso aziende vitivinicole e birrifici artigianali, alla commercializzazione e marketing di bevande.

Non solo: anche presso laboratori di ricerca, a stretto contatto con il tecnologo alimentare e nel campo della consulenza ad aziende del settore, tali figure sono ben accolte.

Il corso di “tecnico della produzione e commercializzazione delle bevande” è completamente gratuito, grazie al finanziamento del Fondo Sociale Europeo a valere sul POR 2014-2020.

La frequenza permette il conseguimento di un attestato di qualifica professionale post-diploma riconosciuto in tutta Europa, oltre a crediti formativi da spendere nel sistema accademico (da 6 a 10 per stage e lingua inglese) dell'Università di Udine - Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali.

Il corso è aperto a tutti, senza limiti di età né di stato occupazionale: unico vincolo, l’essere in posesso di un diploma di istruzione secondaria superiore o un diploma di istruzione e formazione professionale.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 30 Settembre, dopodiché si accederà alla selezione.

Per iscriversi, o per avere maggiori informazioni, è possibile visitare il sito di Civiform.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Udinese-Parma 3:2 | Le pagelle: Pereyra il migliore, Nicolas fuori fase

Torna su
UdineToday è in caricamento