Donne in gravidanza e cinture di sicurezza: cosa dice il Codice della Strada

Come si può utilizzare la cintura di sicurezza quando si sta aspettando un bambino? Ecco il modo corretto per evitare ogni tipo di lesione

@ Immagine tratta da professionegenitori.it

La cintura di sicurezza dovrebbe essere utilizzata anche quando si aspetta un bambino, perché il suo mancato utilizzo, nella convinzione che si possano arrecare danni al feto, aumenta di molto il rischio di conseguenze in caso di incidente sia per la mamma, sia per il bambino.

Cintura di sicurezza in gravidanza

Come accennato prima, quindi, non indossare la cintura di sicurezza in gravidanza è sconsigliato, perché i rischi potrebbero essere molti, soprattutto in caso di incidente. Ma come va utilizzata? Per evitare ogni tipo di lesione al bambino, bisogna sistemare la cintura in modo corretto, ossia deve essere passata sotto al pancione, mentre la parte superiore deve passare sopra una spalla e attraversare il petto in diagonale. E' importante, quindi, che la cintura non vada a fasciare la parte addominale, perché, in caso di incidente, questa potrebbe arrecare dei danni al feto.

Soluzioni

Utilizzare la cintura durante la gravidanza può dare fastidioso, ecco perché sul mercato si possono trovare delle soluzioni per evitare questo problema. Una soluzione è l'adattatore per le cinture di sicurezza. Con questo dispositivo la cintura attraversa le cosce, anziché il ventre, evitando così la sensazione di oppressione della pancia in crescita e consentendo alla donna incinta di concentrarsi alla guida senza distrazioni. L’adattatore è facile da installare e va posizionato sul sedile. La cintura di sicurezza andrà allacciata normalmente e assicurata con dei bottoni sotto una fettuccia posta all’altezza del basso inguine.

Sanzioni

L'utilizzo delle cinture di sicurezza è disciplinato dal Codice della Strada all'articolo 172, e al comma 8 lettera F viene regolamentato il caso della gravidanza, per cui sono esenti dall’utilizzo di questo dispositivo le donne in stato di gravidanza sulla base di una certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza. A esclusione di questi casi, però, il mancato utilizzo della cintura di sicurezza in gravidanza comporta una sanzione amministrativa che va dagli 80 euro ai 320 euro circa e alla decurtazione di cinque punti dalla patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Delitto Orlando, Mazzega si è suicidato

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

  • Lorenzo, una vita spezzata a soli 22 anni

Torna su
UdineToday è in caricamento