Friulmotor, chiusura dell’anno in bellezza. Con la I20 R5 vince il Prealpi Master Show

Ennesimo successo per il team manzanese, a segno nel Trevigiano con Tempestini e la Hyundai. Un 2019 super per la scuderia, capace di vincere il titolo nazionale rumeno, sloveno e il Cez. “E’ stata una stagione strepitosa, non potevamo chiedere di più” – è il commento dei De Cecco

Friulmotor ha chiuso l’anno in bellezza. La scuderia di Manzano ha vinto anche l’ultima gara del 2019, il Prealpi Master Show, disputatasi sulla terra trevigiana e organizzata dal Motoring Club di Sernaglia della Battaglia. L’ha fatto con la Hyundai I20, affidata a Simone Tempestini e Masina Palitta: i due sono stati capaci di mettersi alle spalle ben quarantaquattro R5 con il tempo di 24’46’’9, stabilito sulle quattro prove speciali in programma.

Per il team si è trattato del punto esclamativo di un’annata eccellente. Nel corso del 2019, infatti, la squadra – sempre con la Hyundai I20 R5 – ha conquistato proprio grazie a Tempestini e Sergiu Itu il campionato nazionale rumeno; ha fatto suo con Rok Turk e Blanka Kacin la serie nazionale slovena e il Cez (Central European Zone), portando in provincia di Udine tre trofei e confermandosi una delle realtà in grado di esportare il marchio Friuli all’estero. Inoltre, grazie a Filippo Bravi ed Enrico Bertoldi, ha vinto anche la prova riservata alla Coppa Rally Quarta Zona del Rally del Friuli Venezia Giulia: l’equipaggio udinese si è imposto anch’esso a bordo della Hyundai I20 R5.  In totale, tra Italia, Romania e Slovenia, la scuderia si è aggiudicata 13 gare, senza dimenticare il terzo posto tra le Wrc 2 al Rally Italia Sardegna nel campionato mondiale fatto segnare dalla I20 R5 con Tempestini e Itu; la vittoria nella classe Over 55 nella finale di Coppa Italia grazie a Claudio De Cecco, pilota quest’ultimo che ha conquistato il titolo con Jean Campeis e che poi, con sua figlia Lisa alle note, ha centrato la seconda piazza al Rally Porec.

“Siamo soddisfatti, si è chiusa un’annata straordinaria: non potevamo chiedere di più – è stato il commento della famiglia De Cecco -. Le gare del mondiale rally sono molto dure e oltre ai risultati ci siamo distinti dal punto di vista tecnico, visto che le nostre vetture non hanno mai riscontrato particolari problemi. Ora ci aspettano nuove sfide per il 2020: siamo pronti ad affrontarle”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Alice, Viola e Jenny: le tre bellissime friulane in finale a Miss Mondo

  • Tremendo incidente a Muzzana, coinvolta una famiglia di Carlino

  • Coronavirus, ancora 10 nuovi contagi in regione

  • Incidente mortale sulla strada Ferrata, tra Varmo e Morsano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento