rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
UdineToday

Insulta l'influencer della grappa su Linkedin, la sua azienda invia lettera ufficiale di scuse

Protagonista dello spiacevole episodio Francesca Bardelli Nonino, figlia d'arte e responsabile della comunicazione del noto brand. Dopo gli insulti ricevuti da parte di un utente sotto ad un post Linkedin, è la stessa giovane ad annunciare sui social di aver ricevuto una lettera di scuse da parte dell'azienda presso la quale l'utente lavorava. "Un gesto inaspettato - ha affermato sul Social - Ma soprattutto un passo avanti nell'educazione digitale"

"Perdonate l'ennesimo video ma volevo assolutamente condividere un aggiornamento positivo sul tema dell'odio online". 

Comincia così il post Linkedin di Francesca Bardelli Nonino, figlia dei noti imprenditori e attualmente repsonsabile della comunicazione del brand Nonino.

Francesca, 31 anni, energia ed entusiasmo da vendere ha da poco lanciato, con successo sulla propria pagina Linkedin, la sua attività di Communication Manager presso il noto marchio di grappa. Tanti i contenuti, video, testuali e fotografici che la giovane "influencer della grappa" (questo è il titolo che le è stato attribuito dai media) condivide settimanalmente riscuotendo successo tra i suoi follower. Non solo promozione del brand, ma anche di quei valori di uguaglianza, cortesia ed educazione che dovrebbero essere alla base della nostra società moderna.

Il fatto

Tra le decine di commenti di apprezzamento verso la giovane non poteva mancare, come da tradizione online, chi ha preso la palla al balzo per manifestare non solo dissenso, ma odio e disprezzo verso la giovane ed il suo lavoro.

Diversamente da quanto accade su Social meno professionali, a prendere le parti della giovane questa volta, con una lettera di scuse formali, è stata l'azienda stessa presso la quale lavorava l'utente protagonista dell'espiodio.

La lettera

"In veste di Legale rappresentante dell'azienda sento il dovere di porgere a Lei a ella Sua Famiglia le più sincere scusa da parte mia e della mia azienda. Quanto riportato nel suddetto commento, evidentemente a titolo personale. non rispecchia in alcun modo il nostro pensiero. tutt'altro, verso Lei e la Sua attività nutriamo grande rispetto ed ammirazione".

"Abbiamo scelto di scriverle in privato perchè siamo cojnvinti che il post in questione non meriti di esser eulteriormente commentato proprio per il suo tono di imbarazzante scortesia e per l'infondatezza di quanto affermato"

La risposta

"La cosa che mi ha colpito positivamente, oltre al gesto inaspettato, anche il fatto che i soci si sono dimostrati disponibili a farmi delle scuse pubbliche sulle loro piattaforme social - ha raccontato la giovane attraverso un video pubblicato su Linkedin - Non era necessario, però è un momento di grande positività perchè mi fa capire come oramai siamo arrivati ad un punto nel quale, per poter lavorare è necessario sapersi comportare anche nella realtà digitale. L'educazione digitale è diventata imprescindibile e per me è una notizia meravigliosa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulta l'influencer della grappa su Linkedin, la sua azienda invia lettera ufficiale di scuse

UdineToday è in caricamento