Riscatto della Laurea: come e dove richiederlo

Una breve guida su come poter riscattare gli anni dell'università ai fini pensionistici

Dopo tanti anni di studio e di sacrifici, ore passate sui libri per gli esami e finalmente preparare e presentare la tesi, in Italia è stata introdotta una norma che permette di riscattare, e quindi versare a posteriori, i contributi universitari ai fini pensionistici. Gli anni dell'università possono essere riscattati da tutti i lavoratori dipendenti, sia privati che pubblici, dai lavoratori autonomi, professionisti, imprenditori, artisti, ecc. Ma questa possibilità riguarda anche i giovani ancora senza lavoro. Tuto questo grazie al "Decretone", approvato dal Governo, che contiene anche "Quota 100" e il reddito di cittadinanza. Il costo? Il Governo ha fissato una cifra uguale per tutti, ossia 5.241,30 euro per ogni anno di università.

I costi dell'operazione

Per conoscere i costi del riscatto degli anni di Laurea, l'INPS ha messo a disposizione online il simulatore del calcolo dell'onere di riscatto dei periodi di corsi di studio universitario. Per conoscere la cifra, bisogna andare sul sito www.inps.it, poi sotto "Prestazioni e Servizi", "Tutti i servizi", "Riscatto Laurea" e "Simulazione calcolo". Per accedere a questo servizio, si può utilizzare il Sistema Pubblico Identità Digitale (SPID), il proprio PIN dispositivo o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

La simulazione

Il software di simulazione consente di effettuare il calcolo dell’onere di riscatto, sulla base dei dati immessi e con riferimento all’anno corrente. L’importo ottenuto ha una semplice valenza orientativa e potrebbe discostarsi da quello effettivo, che sarà comunicato con apposito provvedimento, a seguito della presentazione della domanda di riscatto. Inoltre, quello che si deve pagare, tenuto conto della collocazione temporale dei periodi oggetto di riscatto, è determinato in base alle norme che disciplinano la liquidazione della pensione con il sistema retributivo o con quello contributivo.

Chi rientra nel riscatto

Rientrano nel sistema di calcolo retributivo i periodi:

  • precedenti al 1° gennaio 1996;
  • fino al 31 dicembre 2011, se il richiedente abbia maturato 18 anni di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995.

Rientrano, invece, nel sistema di calcolo contributivo i periodi:

  • successivi al 31 dicembre 1995, se a tale data il richiedente non abbia maturato 18 anni di contribuzione;
  • successivi al 31 dicembre 2011, nei casi in cui il richiedente abbia maturato 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995.

Cosa serve per il calcolo

Per calcolare l'onere di riscatto, l'utente deve inserire nel simulatore questi dati:

  • anno di iscrizione all’Università;
  • numero di rate in cui frazionare il pagamento;
  • periodo o periodi da riscattare “dal…al” afferenti lo stesso anno solare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

Torna su
UdineToday è in caricamento