Giovedì, 13 Maggio 2021
Documenti

Occupazione del suolo pubblico: cosa fare nel comune di Udine

Una breve guida per capire cosa bisogna fare e a chi bisogna rivolgersi in caso di occupazione del suolo pubblico

@ Immagine tratta da ilfattonisseno.it

Se si ha bisogno di occupare del suolo pubblico, sia in modo permanente che temporaneo, bisogna pagare un canone chiamato "Osap", il quale viene quantificato sulla base delle tariffe contenute nel regolamento comunale per l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche.

Cosa riguarda l'Osap

Inoltre, sono soggette al canone Osap anche tutte le occupazioni permanenti e temporanee degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico, compresi cavi, condutture e impianti. Ancora, sono soggette anche le occupazioni di aree private sulle quali si sia costituita nei modi di legge la servitù di uso pubblico.

Permanenti e temporanee

Le occupazioni permanenti sono quelle di carattere stabile, aventi una durata non inferiore a un anno; quelle temporanee, invece, hanno durata inferiore a un anno. I cantieri edili sono un eccezione, perché soggetti ad autorizzazione indipendenti dalla loro durata.

Chi deve pagare

Il canone per l'occupazione del suolo pubblico è dovuto dal titolare dell'atto di concessione o di autorizzazione in proporzione alla superficie occupata. Il titolare, poi, è tenuto a custodire la concessione o l'autorizzazione e a esibirla in caso di controlli. Se per caso questa viene smarrita, deve avvisare immediatamente il comune per richiedere un duplicato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione del suolo pubblico: cosa fare nel comune di Udine

UdineToday è in caricamento