menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@ Immagine tratta da ricettasprint.it

@ Immagine tratta da ricettasprint.it

Pesche sciroppate: come farle in casa

Ecco la ricetta classica per fare le pesche sciroppate in casa e per gustare questo frutto estivo tutto l'anno

Le pesche sciroppate consentono di poter gustare questo frutto estivo anche in autunno o in inverno, e si tratta di una ricetta molto facile e veloce da fare. Inoltre, le pesche sciroppate non contengono glutine nè lattosio, e sono perfette anche per i vegetariani.

Ingredienti

Per due vasetti da 500 grammi l'uno servono:

  • 1 chilo di pesche percoche
  • 200 gramma di zucchero
  • 500 ml di acqua

Preparazione

Prima di tutto, bisogna sterilizzare i vasetti di vetro e i tappi che si useranno. Quindi, lavare i vasetti sotto acqua corrente e adagiarli in una pentola dal bordo alto. Inserire un canovaccio pulito tra i vasetti per evitare che si rompano e versare l'acqua fino a ricoprire tutti i vasetti. Poi, scaldare e portare a bollore. Quando l'acqua inizia a bollire, abbassare il fuoco e continuare la cottura per 20 minuti. In seguito, unire nella pentola anche i coperti dei barattoli e lasciare cuocere per altri 10 minuti. Spegnere il fuoco, lasciare intiepidire e scolare i vasetti sopra un panno asciutto.

Si procede lavando le pesche. Poi, prendere un tegame dai bordi alti, riempirlo di acqua e portare a bollore. Bisogna sbollentare le pesche per circa 2 minuti, per cui dovranno risultare ammorbidite ma ancora sode. Aiutandosi con una schiumarola, trasferire le pesche in uno scolapasta e sciacquarle sotto l'acqua corrente. In seguito, si deve togliere la buccia e il nocciolo interno tagliandole a metà. Poi, riporre le pesche nei barattoli di vetro sterilizzati. Si dovrà lasciare almeno un centimetro e mezzo dal bordo del vasetto.

Per lo sciroppo, bisogna usare un tegame dai bordi alti, in cui ci va versata acqua e zucchero. Il tutto va scaldato a fuoco dolce e si deve mescolare con una spatola per far sciogliere completamente lo zucchero. Quindi, far bollire per 2-3 minuti. Poi, lo sciroppo va unito alle pesche nei barattoli, fino a ricoprire tutti i frutti, ma fermandosi a un centimetro dal bordo. Infine, adagiare un pressello sopra le pesche e assicurarsi che non ci siano bolle d'aria. Sigillare i barattoli e procedere alla bollitura dei vasetti. Una volta che i barattoli saranno freddi, si potrà verificare se il sottovuoto è avvenuto correttamente: si può premere al centro del tappo e, se non si sente "click-clack", il sottovuoto è avvenuto.

Le pesche sciroppate, poi, si conservano fino a tre mesi in un luogo fresco e asciutto (e solo in sottovuoto). Una volta aperto il barattolo, questo va conservato in frigo e consumato entro 3-4 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, continuano a scendere ricoveri e isolamenti

  • Eventi

    Una stella per Palmanova, è in arrivo Ben Harper

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento