Pesche sciroppate: come farle in casa

Ecco la ricetta classica per fare le pesche sciroppate in casa e per gustare questo frutto estivo tutto l'anno

@ Immagine tratta da ricettasprint.it

Le pesche sciroppate consentono di poter gustare questo frutto estivo anche in autunno o in inverno, e si tratta di una ricetta molto facile e veloce da fare. Inoltre, le pesche sciroppate non contengono glutine nè lattosio, e sono perfette anche per i vegetariani.

Ingredienti

Per due vasetti da 500 grammi l'uno servono:

  • 1 chilo di pesche percoche
  • 200 gramma di zucchero
  • 500 ml di acqua

Preparazione

Prima di tutto, bisogna sterilizzare i vasetti di vetro e i tappi che si useranno. Quindi, lavare i vasetti sotto acqua corrente e adagiarli in una pentola dal bordo alto. Inserire un canovaccio pulito tra i vasetti per evitare che si rompano e versare l'acqua fino a ricoprire tutti i vasetti. Poi, scaldare e portare a bollore. Quando l'acqua inizia a bollire, abbassare il fuoco e continuare la cottura per 20 minuti. In seguito, unire nella pentola anche i coperti dei barattoli e lasciare cuocere per altri 10 minuti. Spegnere il fuoco, lasciare intiepidire e scolare i vasetti sopra un panno asciutto.

Si procede lavando le pesche. Poi, prendere un tegame dai bordi alti, riempirlo di acqua e portare a bollore. Bisogna sbollentare le pesche per circa 2 minuti, per cui dovranno risultare ammorbidite ma ancora sode. Aiutandosi con una schiumarola, trasferire le pesche in uno scolapasta e sciacquarle sotto l'acqua corrente. In seguito, si deve togliere la buccia e il nocciolo interno tagliandole a metà. Poi, riporre le pesche nei barattoli di vetro sterilizzati. Si dovrà lasciare almeno un centimetro e mezzo dal bordo del vasetto.

Per lo sciroppo, bisogna usare un tegame dai bordi alti, in cui ci va versata acqua e zucchero. Il tutto va scaldato a fuoco dolce e si deve mescolare con una spatola per far sciogliere completamente lo zucchero. Quindi, far bollire per 2-3 minuti. Poi, lo sciroppo va unito alle pesche nei barattoli, fino a ricoprire tutti i frutti, ma fermandosi a un centimetro dal bordo. Infine, adagiare un pressello sopra le pesche e assicurarsi che non ci siano bolle d'aria. Sigillare i barattoli e procedere alla bollitura dei vasetti. Una volta che i barattoli saranno freddi, si potrà verificare se il sottovuoto è avvenuto correttamente: si può premere al centro del tappo e, se non si sente "click-clack", il sottovuoto è avvenuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le pesche sciroppate, poi, si conservano fino a tre mesi in un luogo fresco e asciutto (e solo in sottovuoto). Una volta aperto il barattolo, questo va conservato in frigo e consumato entro 3-4 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento