menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@ Immagine tratta da esrpopirazioneperpubblicautilita.it

@ Immagine tratta da esrpopirazioneperpubblicautilita.it

Decreto di esproprio nel comune di Udine

Come funziona il decreto di esproprio, l'acquisizione delle aree o la cessione volontaria a Udine? Ecco una breve guida

Il comune può richiedere l'esproprio di un immobile solo se sussiste una pubblica utilità dell'opera. Ma come funziona a Udine?

L'esproprio

Il comune, dopo aver constatato la pubblica utilità dell'opera, ne dà comunicazione agli interessati di avvio della procedura e, in seguito, accerta il valore dell'area e determina, in via provvisoria, la misura dell'indennità di espropriazione. Il decreto di fissazione dell'indennità provvisoria, poi, viene notificato ai soggetti interessati.

La procedura

Se gli interessati accettano l'indennità proposta dal comune, si stipula un contratto di cessione volontaria dell'area espropriata, corrispondendo, oltre all'indennizzo, anche un'ulteriore importo previsto per legge nei casi di accettazione dell'indennità espropriativa. Nel caso in cui l'indennità venga rifiutata o non pervenga la lettera di accettazione, il comune provvederà a depositare l'indennità d'esproprio alla Cassa DD.PP. A deposito avvenuto, il comune emetterà ed eseguirà il decreto d'esproprio.

L'ufficio

Queste pratiche sono seguite dall'Unità Operativa Espropri del comune di Udine. Le tempistiche del procedimento, invece, possono arrivare fino a 240 giorni, mentre i termini di presentazione sono limitati a 30 giorni dalla notifica del decreto di fissazione dell'indennità provvisoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento