Amianto: il Comune di Udine assegna un contributo per smaltirlo

L'amministrazione comunale offre un contributo di 200 euro e i cittadini potranno rivolgersi a una ditta che garantirà l'applicazione dei migliori prezzi sul mercato

Coperture, tettoie, lastre, tegole e diversi altri elementi edilizi vetusti da smaltire. Il Comune di Udine punta a eliminare l’eternit con un contributo a beneficio dei privati cittadini che intendono effettuare interventi di bonifica di manufatti in cemento-amianto di limitata estensione. Proprio in questi giorni l’amministrazione comunale ha pubblicato un avviso per la concessione di un finanziamento di 200 euro ai residenti che decidono di smaltire superfici in eternit fino a 25 metri quadrati su edifici adibiti a civile abitazione situati sul territorio comunale.

“Vogliamo incentivare la rimozione e lo smaltimento di strutture e manufatti in eternit da parte dei privati – spiega l’assessore alla Qualità della città Lorenzo Croattini –. È un’occasione da prendere al volo per eliminare elementi particolarmente nocivi per la salute. Se l’iniziativa riscuoterà l’interesse dei cittadini – prosegue Croattini – siamo ampiamente disponibili a stanziare ulteriori fondi per finanziare questi interventi”.

Per agevolare i cittadini e garantire il miglior prezzo disponibile sul mercato nell’esecuzione dell’opera, l’amministrazione comunale ha individuato, attraverso un apposito bando, una ditta convenzionata – la Friulana Costruzioni srl di Sedegliano – che applicherà i prezzi sulla base di un tariffario prestabilito. Le tipologie dell’intervento varieranno da un minimo di 390,34 euro a un massimo di 1.038,24 euro (sempre Iva compresa) in base alla superficie interessata dai lavori di bonifica. Ogni soggetto privato potrà presentare la richiesta di contributo per un solo intervento e beneficiare per una sola volta del finanziamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per accedere al contributo i cittadini interessati possono presentare domanda fino al 30 novembre 2012 mediante raccomandata al Servizio Edilizia Privata e Ambiente, in via Lionello 1 a Udine, o tramite posta elettronica certificata (P.E.C.) all’indirizzo protocollo@pec.comune.udine.it. Entro il 22 dicembre verrà stilata una graduatoria in ordine cronologico delle domande ammesse a contributo. Per informazioni resta a disposizione l’Ufficio Ambiente – Servizio Edilizia Privata e Ambiente – in via Savorgnana 11 (5° piano), aperto al pubblico dal martedì al venerdì dalle 10 alle 11 oppure in qualsiasi altro orario di ufficio ai seguenti numeri: 0432 271514 - 0432 271855 - 0432 271932 - 0432 271935. Sul sito www.comune.udine.it sono disponibili il bando, il regolamento, lo schema di contratto con la ditta incaricata e il modulo della domanda.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È mancato Cristian De Marco, il fondatore del Piccolo Coro del Fvg

  • Coronavirus, i positivi salgono di più del doppio rispetto a ieri

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Affetto da Coronavirus, si presenta in farmacia senza mascherina violando la quarantena

  • Mascherine 3D riutilizzabili: l'invenzione di due aziende udinesi

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia al primo posto in Italia nel rispetto delle limitazioni

Torna su
UdineToday è in caricamento