menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Udine sono tre gli esercizi commerciali "virtuosi" secondo Legambiente

L'associazione presenta un vademecum con i consigli per il risparmio energetico nel settore terziario, assieme ad alcune buone pratiche di alcuni esercizi in attività replicabili anche da altre parti

Si conclude la campagna di Legambiente del Friuli Venezia Giulia "Esercizi commerciali virtuosi", realizzata con il Comune di Udine nell'ambito del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES). L'obiettivo è promuovere e diffondere buone pratiche per il risparmio di energia nel settore terziario, con particolare attenzione agli esercizi più "energivori", cioè quelli che hanno a che fare con la conservazione dei cibi, dai supermercati agli alberghi, i ristoranti, i bar, le gelaterie.

A partire dai dati raccolti sul territorio udinese, sono stati prodotti diversi materiali fruibili dal pubblico: un "Vademecum per il risparmio energetico", con alcuni consigli pratici per migliorare l'efficienza energetica nel settore terziario, il più rilevante in città. Il breve manuale è liberamente scaricabile in pdf dal sito web di Legambiente FVG (cms.legambientefvg.it).

Tra i pochi esercizi commerciali attenti al risparmio energetico, Legambiente ha individuato tre casi, illustrati con videointerviste disponibili sul canale Youtube dell'associazione. L'hotel Ramandolo, la gelateria Fiordilatte e il supermercato Despar di Via Del Bon sono tre buoni esempi replicabili in contesti analoghi per risparmiare energia. Sono pratiche significative perché, se fossero diffuse anche negli altri esercizi commerciali che hanno simili esigenze energetiche, il beneficio per l'ambiente sarebbe molto rilevante. A Udine infatti ci sono una ventina di gelaterie artigianali, 25 alberghi, 46 supermercati con superficie superiore ai 300 mq, ma sono ancora pochi gli esercenti che attuano comportamenti virtuosi per il risparmio energetico.

UN HOTEL A BASSO CONSUMO. L'hotel Ramandolo rappresenta un caso unico nel panorama udinese, per l'attenzione dimostrata dai titolari da almeno 15 anni a beneficio dell'ambiente, con iniziative di riqualificazione e di manutenzione straordinaria dell’edificio e degli impianti orientate al risparmio energetico e all'uso delle rinnovabili. Queste innovazioni hanno come risultato anche un miglioramento del confort nella struttura, basti pensare al vantaggio dell'isolamento termico anche ai fini della riduzione della rumorosità delle stanze, comprese quelle affacciate sulla strada.

IL GELATO CHE FA BENE ALL'AMBIENTE. L'innovazione introdotta dalla gelateria Fiordilatte, con un gruppo refrigerante, chiller, centralizzato, che permette di ridurre al minimo i consumi delle macchine per la preparazione del gelato, potrebbe essere applicata non solo in altre gelaterie, ma anche in diverse strutture di tipo artigianale. Per esempio si potrebbe introdurre in molte attività che hanno a che fare con la conservazione dei cibi, come le pasticcerie o i laboratori per la produzione di insaccati e surgelati per la grande distribuzione e la ristorazione, per cui si deve intervenire con macchine che abbattano la temperatura degli alimenti.

SUPERMARKET RINNOVATI. Infine il settore della grande distribuzione merita attenzione perché è tra i più "energivori" in assoluto. Il gruppo Aspiag attua alcune misure interessanti per il risparmio energetico: nel video si racconta l'esperienza della recente ristrutturazione del punto vendita Eurospar di Via Del Bon, dove dalle luci a LED ai banchi frigo, il supermercato ha cambiato volto e abbattuto i consumi, anche tramite una discreta opera di sensibilizzazione della Clientela verso il risparmio energetico e la tutela dell’ambiente anche fuori dalle mura domestiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento