Grande partecipazione al progetto di educazione ambientale di A&R 2000: alunni a lezione su raee e smartphone

Interventi didattici in 130 classi, 2500 alunni coinvoltiNelle scuole primarie, premio alle classi “amiche dell’ambiente”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Dopo il successo delle precedenti edizioni, anche nell’anno scolastico che si sta per concludere, A&T 2000 S.p.A., gestore del servizio rifiuti in 50 comuni della provincia di Udine e a San Dorligo della Valle-Dolina in provincia di Trieste, ha realizzato presso le scuole primarie e secondarie di I grado dei comuni serviti l’iniziativa “Per l’ambiente…tutti presenti!”, questo è il nome del progetto didattico di educazione ambientale che la società porta avanti da diversi anni nelle scuole. Anche nell’anno scolastico 2018-2019 la partecipazione è stata numerosa, con ben 130 interventi didattici realizzati presso le classi delle scuole di 24 Comuni diversi. Gli alunni coinvolti sono stati più di 2.500. L’iniziativa, dedicata di volta in volta ad un tema diverso nell’ambito dei rifiuti e della sostenibilità ambientale, in questo anno scolastico si è focalizzata sul tema dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), una tipologia di rifiuti in fortissima crescita che però richiedono una raccolta separata e un trattamento particolare, sia per recuperare le risorse preziose contenute nelle apparecchiature sia per ridurre i rischi di inquinamento del territorio. Inoltre, sono stati fatti degli approfondimenti sullo smartphone (il RAEE per eccellenza per i ragazzi!) al fine di comprendere le tipologie e la provenienza dei preziosi materiali di cui è composto e di incentivarne il riciclo, qualora non dovesse essere più funzionante o si decidesse di acquistarne uno nuovo. Il tema ha riscosso molto successo tra i ragazzi, molto attratti dalla moderna tecnologia e particolarmente coinvolti in quanto si è parlato di oggetti con cui hanno a che fare direttamente nella vita di tutti i giorni. Anche gli insegnanti hanno fornito la massima collaborazione ed espresso un apprezzamento estremamente positivo per l’iniziativa auspicandone la continuazione anche nei prossimi anni. Nel progetto sono state coinvolte anche le famiglie, attraverso materiali informativi che gli alunni hanno portato a casa e che illustrano i concetti appresi durante gli incontri in classe. Inoltre, come attività successiva e compito per casa, i ragazzi delle scuole secondarie di I grado hanno avuto la possibilità di mettersi alla prova su quanto imparato attraverso un quiz online. Mentre agli alunni delle classi III, IV e V delle scuole primarie è stato dato il compito di intervistare gli adulti per testare la loro conoscenza sui RAEE, diventando per una volta “insegnanti” e compilando l’“ecopagella del buon riciclatore”. Per le classi che riconsegnano ad A&T 2000 il maggior numero di ecopagelle compilate è previsto l’attestato di “Classe amica dell’ambiente” oltre ad un gadget. Gli alunni si sono divertiti molto a mettere alla prova gli adulti e hanno risposto con grande impegno compilando un gran numero di ecopagelle. Nell’ambito di questo gioco-concorso, le classi premiate per aver realizzato più interviste sono la III D, la V B e la V C della scuola primaria A. Fabris di Codroipo e la III A della scuola primaria G. Ellero di Pradamano, a cui vanno i complimenti per l’impegno profuso. Il Presidente di A&T 2000 Luciano Aita esprime soddisfazione per la partecipazione sempre numerosa delle scuole: «Con queste iniziative la nostra società continua ad investire nell’educazione ambientale delle nuove generazioni, convinti che il loro coinvolgimento ed entusiasmo sia fondamentale per costruire un futuro all’insegna della sostenibilità».

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento