Comuni "ricicloni": Tricesimo è il primo in classifica per la Net

Nel primo trimestre 2015 ha differenziato l'84% dei rifiuti. Buon piazzamento per la maggior parte dei comuni serviti dalla Spa udinese. Il direttore generale Fuccaro: «Funziona il "modello Friuli". Cittadini virtuosi, sconti in arrivo sulle tariffe»

E' Tricesimo il comune della provincia di Udine più "riciclone" del 2015 (primo trimestre): con l'84% di raccolta differenziata, il paese si pone in cima delle top ten dei comuni con maggiore senso civico dal punto di vista ambientale. Lo riferisce la NET, fornendo i dati provvisori registrati nei primi mesi dell'anno che vedono molti comuni aumentare i volumi soprattutto di raccolta di vetro, carta, plastica e anche organico. In classifica, un po' distanziati ma comunque con ottimi numeri, si posizionano Tarcento (74%), Campolongo Tapogliano (72%), Buja e Visco (71%), Bicinicco, Tavagnacco, Trivignano Udinese, Mereto di Tomba e Teor (70%). Buon piazzamento anche per la città di Udine (oltre il 65% circa), con dati in aumento rispetto agli anni scorsi.

Soddisfazione da parte dei vertici della Spa udinese, che commentano positivamente i risultati della raccolta. «La Net è un'azienda sana e in crescita - dichiara il presidente, l'architetto Renzo Moro -, il personale e il servizio sono efficienti, ed è continua la richiesta di adesioni da parte di nuovi comuni di entrare a far parte della nostra compagine sociale.Continueremo a seguire gli ambiziosi programmi definiti nel piano industriale della Net, consapevoli del valore dell'azienda e del "sentiment", ossia il livello di aspettativa degli investitori». Con oltre 100 dipendenti, più di un centinaio di mezzi e un controllo diretto dell'attività, ora si punta a giungere per il prossimo futuro a migliorare la qualità della raccolta differenziata utilizzando sistemi di raccolta integrati che mettono insieme il porta a porta, i cassonetti di prossimità e le raccolte domiciliari dedicate;l'obiettivo di legge (65%) è una soglia superata già dalla maggior parte dei comuni friulani serviti dalla Net.

Buone notizie anche sul piano tariffe: a Udine si paga la bolletta meno cara d'Italia, superata solo dal comune di Cremona. Non a caso il direttore generale della NET, l'ing. Massimo Fuccaro, parla di "modello Friuli" per il ciclo integrato dei rifiuti, annunciando anche futuri benefici sconti per i cittadini, sempre più virtuosi. «L'incremento della raccolta differenziata si lega al miglior compromesso possibile tra quantità e qualità del raccolto e il prezzo del servizio - spiega -. L'intensificazione dell’informazione rivolta al cittadino, inoltre, assieme alla formazione svolta nelle scuole, sta dando ottimi frutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Schianto lungo la strada regionale: perde la vita una donna

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Niente mini zone rosse, Fedriga fa dietro front: si ai tamponi per tutti

  • Coronavirus, cala il numero dei tamponi ma sale la percentuale di contagiati in Fvg

Torna su
UdineToday è in caricamento