Rifiuti, Buja e Tricesimo sono i comuni più "ricicloni"

E' il risultato della classifica stilata dalla Net: nel 2015 hanno differenziato l'84% di spazzatura. Cresce anche Udine (67%)

Buja e Tricesimo sono i comuni serviti dalla NET più "ricicloni" del 2015: con l'84% di raccolta differenziata si piazzano in cima alla “classifica” fornita dalla società. In vetta alla top ten dei comuni con maggiore senso civico si posizionano, dopo i paesi del Friuli collinare, Cassacco (80%) e subito dopo Visco, Pocenia e Bicinicco Trivignano Udinese, Talmassons, Mereto di Tomba e Tavagnacco con oltre il 70%.

Anche per Udine, nonostante le più ampie dimensioni del capoluogo friulano rispetto agli altri comuni, il dato è aumentato (67%). In generale si registra un incremento dei volumi di raccolta differenziata soprattutto per carta, plastica, vetro, organico. Non solo quantità, anche la qualità migliora: diminuisce infatti il materiale improprio (scarti) nelle varie tipologie di raccolta differenziata.

“I numeri ci confermano che il "modello NET" funziona - ribadisce il direttore generale, ing. Massimo Fuccaro -. I cittadini sono sempre più virtuosi, come dimostra la soglia del 65% superata già dalla maggior parte dei comuni friulani serviti dalla nostra azienda”. Con oltre 110 dipendenti e oltre 150 mezzi, la NET sta puntando a migliorare la quantità e la qualità della raccolta differenziata, mantenendo le tariffe competitive, con sistemi integrati che superano i tradizionali cassonetti di prossimità, affiancati da raccolte domiciliari spinte per le utenze domestiche e non su alcune o su tutte le frazioni merceologiche e da servizi a chiamata personalizzati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non esiste, infatti, un modello di raccolta ideale - prosegue Fuccaro -, il servizio deve essere progettato in funzione della morfologia, dell’urbanistica e degli impianti a disposizione”. “Bravi gli utenti, ma un plauso va anche al personale che fornisce un servizio così efficiente - sottolinea il presidente della NET, architetto Renzo Moro -. Ad attestare l'apprezzamento, la continua richiesta da parte di nuovi comuni di entrare a far parte della nostra compagine sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • No a euro, 5G e mascherine, i gilet arancioni in piazza con il loro leader Gigi Nardini

Torna su
UdineToday è in caricamento