menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Energia, il "Giovanni da Udine" come la Scala di Milano

I lavori di efficientamento energetico permetteranno al teatrone di risparmiare dal 40% al 60% all'anno rispetto a quanto si investe attualmente

«Tra i teatri italiani il “Giovanni da Udine” è il secondo, dopo “La Scala” di Milano, a scegliere un percorso del genere, mentre tra gli edifici cittadini è stato preceduto dall’ospedale, che ha installato il teleriscaldamento». È in buona compagnia il Teatrone, in città e in Italia, secondo quanto racconta l’assessore alla cultura Federico Pirone. L’amministratore si riferisce alle operazioni di efficientemente energetico di cui sarà destinataria la struttura. La necessità c’è, visto che l’edificio ha 20 anni e le spese per il funzionamento «si aggirano sui 150/200mila euro annui - specifica Pirone». Con il rinnovamento ci saranno risparmi «tra il 40% e il 60%» garantiscono l’assessore e uno studio preliminare effettuato dalla ditta Chemtech, specialista del settore. Meno Co2 e più cultura insomma. 

LA CONVENZIONE. L’operazione sarà resa possibile grazie al rinnovo della convenzione per la gestione tra Fondazione e Comune. «La delibera, votata in Consiglio il 1° febbraio, consente l’adeguamento del rapporto (che sarebbe scaduto tra 3 anni) fino al 31 dicembre 2037. Da lì nasce l’autorizzazione ai lavori, intervenendo sui consumi energetici, nello specifico di gas e corrente elettrica».

LE SPESE. Chi pagherà i lavori? «La Fondazione - precisa Pirone - ha un fondo di dotazione di 2 milioni e 300mila euro, che rende l’1% annuo. Gli interventi sono stati quantificati in 1 milione e 200mila euro + Iva, e verranno finanziati con il capitale a disposizione. La Fondazione si impegnerà al ripristino del fondo in un tempo che abbiamo stabilito essere di 20 anni. Per garantirne il reintegro il Comune rinuncia a una parte dell’affitto spettante annualmente - sono, allo stato attuale, 68mila euro + Iva -, e ne incasserà solo una parte (circa 9mila euro). La rimanente servirà a reintegrare il fondo».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento