Formazione

Formazione: il Fvg approva un piano di politiche attive di lavoro

Il documento prevede un primo stanziamento di 60 milioni di euro

La Giunta regionale del Fvg ha approvato, il progetto "Apprendiamo @ Lavoriamo in Fvg", piano per l'apprendimento permanente degli adulti in Friuli Venezia Giulia. Si tratta di un documento che accompagnerà le politiche regionali su lavoro e formazione per i prossimi sette anni e che, nella fase di avvio, prevede un primo stanziamento di 60 milioni di euro. Si tratta di un documento che coinvolge tutti i portatori di interesse: dagli enti di formazione alle università, agli Its, alle associazioni datoriali fino alla cooperazione sociale.

Le attività rientranti nel piano trovano la loro principale fonte di finanziamento nell'ambito del programma regionale del Fondo sociale europeo 2021/2027, attualmente in fase di negoziazione, e possono altresì trovare sostegno finanziario in risorse del bilancio regionale o statali. L'esponente della Giunta ha rilevato, nel piano la riscrittura della programmazione aprendo, per la prima volta, alla formazione per occupati e coinvolgendo sempre di più le aziende per far incontrare domanda e offerta. Nello strumento, che è flessibile e con finalità che possono essere integrate da ulteriori o nuovi fabbisogni, vengono indicati i 13 ambiti entro i quali il piano si sviluppa. Si spazia dalle attività del progetto "Piano d'azione zonale per l'apprendimento - PiAzZA - Uno spazio aperto per apprendere" che rappresentano la declinazione più ampia del sistema formativo regionale rispetto allo sviluppo dell'apprendimento permanente, a quelle della formazione continua per le imprese a favore dei lavoratori occupati. Gli ambiti toccano anche i progetti volti a sostenere i processi di creazione di impresa o di ricambio generazionale, le misure a favore dei giovani per il sostegno di percorsi formativi e di accompagnamento dei Neet (Not in education, employment or training) e quelle per la formazione nei settori socio-sanitario, socio-assistenziale, socio-educativo. Previste, inoltre, le attività formative e di accompagnamento per i cittadini in condizioni di svantaggio, i tirocini estivi, la formazione superiore  Its (istruzione tecnica superiore) e Ifts (istruzione e formazione tecnica superiore), l'integrazione dell'offerta delle università della regione, l'incremento dell'apprendimento permanente in settori di sviluppo dell'economia regionale, il rafforzamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale e l'apprendistato ed infine il consolidamento del sistema regionale di individuazione, validazione e certificazione delle competenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione: il Fvg approva un piano di politiche attive di lavoro

UdineToday è in caricamento