Grafico: la formazione necessaria e gli sbocchi lavorativi

Ecco una breve guida con tutto quello che c'è da sapere su questa professione: formazione, studi e lavoro

@ Immagine tratta da sinerga.it

Il grafico, chiamato anche graphic designer, è quel professionista che si occupa della realizzazione di disegni, bozzetti e lavori di animazione, oltre che di elaborati multimediali, nel campo artistico, della comunicazione o della pubblicità.

Diverse tipologie

Il grafico, nel suo lavoro, può utilizzare diverse tecniche e strumenti, a seconda del progetto grafico da seguire. In base al settore in cui lavora, poi, il grafico può essere distinto in quattro profili diversi:

  • editoria: in questo settore il grafico può occuparsi di varie cose, come dell'impaginazione di un libro, della copertina o dell'intera collana editoriale.
  • Internet: il grafico si occupa della progettazione grafica dei siti e lavora spesso a stretto contatto con altri professionisti del web.
  • Televisione: per esempio, può disegnare il sistema dei sottotitoli di un telegiornale, ma anche creare una nuova modalità di presentazione delle notizie, ecc.
  • Pubblicità: in questo settore, invece, oltre a poter definire le campagne promozionali, può occuparsi anche del packaging dei prodotti.

Cosa serve

Oltre a dei buoni corsi di formazione, oppure a un percorso di studi universitari, un grafico deve possedere una serie di requisiti fondamentali per poter svolgere questo mestiere: elevata creatività; senso artistico; conoscenze informatiche per l'utilizzo di software di grafica e design; capacità di lavorare in gruppo e su progetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sbocchi lavorativi

Una volta formato, il grafico può lavorare sia come dipendente che come freelance. Nel primo caso, può lavorare per un'agenzia pubblicitaria, ma anche per una redazione o un sito internet, studi professionali o case editrici. Come freelance, invece, deve ricercare lavoro per sè, concordando con i vari committenti le attività e il compenso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Civiform riavvia i corsi di istruzione e formazione professionale

  • Cefap: riapertura della formazione online per tutti

Torna su
UdineToday è in caricamento