Formazione

Civiform riavvia i corsi di istruzione e formazione professionale

Ripartono le lezioni, in modalità a distanza, in entrambe le sedi del Civiform, a Cividale e a Opicina

Il Civiform riparte, nonostante l'emergenza sanitaria in atto, con le lezioni in modalità a distanza in entrambe le sue sedi, a Cividale e a Opicina.

Le lezioni online

Dopo la messa a punto tecnica e una sperimentazione per prendere dimestichezza con le piattaforma didattiche, e grazie al lavoro di tutto lo staff, sono stati riavviati i corsi di istruzione e formazione professionale.

I numeri

Nella sola sede di Cividale, 515 allievi sono già operativi online. Accanto a loro, 35 adulti tra formatori, tutor e docenti di sostegno, oltre al personale informatico che garantisce, in smart working, il supporto tecnico. Anche la sede di Opicina ha avviato la formazione a distanza per tutti i corsi, coinvolgendo a oggi otto docenti. Anche in queste 13 classi il tasso di partecipazione è stato alto fin da subito: a oggi il 96% degli allievi frequenta regolarmente le lezioni per un numero di ore che crescerà nel corso delle settimane.

La direzione

“I tecnici stanno lavorando alacremente per garantire supporto anche a quegli studenti che, vivendo in zone più isolate, presentano problemi di connettività - ha dichiarato Daniele Bacchet, direttore generale di Civiform - e presto saremo in grado di raggiungere tutti i nostri 800 allievi. Da subito, infatti – prosegue Bacchet – ci siamo interrogati, come hanno fatto le altre realtà dell’istruzione e della formazione, su come garantire l’attività con l’ausilio delle risorse digitali a disposizione e su come far fronte alla necessità di riappropriarsi di una “normalità. Abbiamo ritenuto che oltre a proseguire la formazione, fosse fondamentale essere “presenti” per tutti i nostri ragazzi, seppure a distanza, rassicurandoli e facendoci carico della situazione”.

Gli allievi

Nemmeno prima della svolta on-line, infatti, gli allievi sono stati lasciati soli. Civiform ha puntato soprattutto sulla relazione umana, mantenendo vivo, fin dalle primissime fasi di assenza da banchi e laboratori, il contatto con i ragazzi che frequentano i corsi. A scendere in campo - tra app e videochiamate – anche coordinatori e tutor, figure “ponte” tra scuola e famiglia peculiari della formazione professionale. Se durante l’anno formativo sono punto di riferimento per gli allievi, in tale fase si sono rivelati ancor più preziosi, raccogliendo timori e confidenze durante l’isolamento forzato.

Corsi di alfabetizzazione

Tra i primi in Italia, il Civiform ha anche avviato i corsi di alfabetizzazione italiana per i ragazzi stranieri che necessitano di rafforzare le competenze linguistiche prima di frequentare un corso professionale. Anche questi corsi saranno adattatati alla versione online, con una riprogettazione dei contenuti e con educatori a seguire "da vicino" gli allievi, per assicurare supporto tecnologico e mediazione. Ancora, con docenti impegnati nella programmazione didattica e lezioni sincrone, tutor sempre presenti per curare gli aspetti organizzativi: varie professionalità cui è richiesto di lavorare allineate per garantire che tutto funzioni.

Corsi per adulti

Ferma, infine, l’intenzione di ripartire, sempre in modalità on-line, anche con alcuni corsi per adulti, per permettere all’utenza di non interrompere i loro percorsi formativi e garantire loro un supporto efficace per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civiform riavvia i corsi di istruzione e formazione professionale

UdineToday è in caricamento