Fogolâr Civic con Barbagallo ricorda la guerra che affondò l'Europa

L'intellettuale romano: “Il Friuli, crocevia del Continente, sia 'cuore di pace' tra le nazioni!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Venerdì 1° settembre 2017, 78° anniversario dell'inizio della Seconda Guerra Mondiale, lo studioso romano Alfredo Maria Barbagallo, consigliere del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, ha tenuto a Udine una conferenza, ai tavolini di un noto caffè nelle pertinenze del Borgo Aquileia, dedicata alle congiunture che condussero allo scoppio dell'immane conflitto che insaguinò l'Europa e il mondo intero tra 1939 e 1945. L'intellettuale ha voluto rimarcare l'importanza della memoria storica di un evento bellico particolarmente disastroso per il Vecchio Continente: una memoria che richiama il Friuli, cuore d'Europa, ad una missione di “cuore di pace” tra Stati e nazioni dal Mediterraneo all'Artico.

Torna su
UdineToday è in caricamento