menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allo zoo di Lignano sono arrivate le tigri siberiane

Al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro sono arrivati due nuovi ospiti: si chiamano Yeva e Sergei, e sono due giovani esemplari di tigre siberiana. Yeva è una meravigliosa femmina di due anni proveniente dallo Zoo di Banham, in Inghilterra, mentre Sergei è un maschio di poco più di un anno e arriva dallo Zoo di Amersfoort in Olanda.

I due felini sono arrivati nella struttura lignanese da qualche settimana, e dopo aver trascorso un periodo di acclimatamento nel reparto interno, dove hanno potuto conoscersi e adattarsi alla loro nuova casa adesso si possono finalmente ammirare da vicino in tutta la loro naturale bellezza. Per il momento si alternano nelle uscite e continuano ad essere solo contatto visivo, ma a breve potranno finalmente stare assieme. Questa è infatti la prassi che viene seguita quando si introducono nuovi esemplari che non hanno avuto modo di incontrarsi prima.

“L’arrivo di questa coppia di felini è per noi particolarmente significativo – afferma il direttore Maria Rodeano -. Dopo che abbiamo dovuto dire addio alle nostre due storiche tigri, Joshua e Dob, siamo felici di avere ora questi nuovi esemplari che rappresentano per la struttura un simbolo importante del quotidiano lavoro che svolgiamo di salvaguardia e conservazione delle specie animali in via d’estinzione”. 

Infatti, il Parco Zoo Punta Verde supporta da anni il 21st Century Tiger, una fondazione che si occupa della salvaguardia delle tigri direttamente in Natura. “Grazie agli ingressi dei visitatori che ogni anno frequentano la nostra struttura – sottolinea Maria - vengono donati migliaia di euro per il sostegno economico delle squadre antibracconaggio nelle zone di distribuzione delle tigri. A tutt'oggi sono stati destinati undicimila euro e si continuerà a sostenere la salvaguardia di questi felini anche in futuro, grazie anche al piccolo contributo che viene chiesto ai visitatori per la mappa extra del Parco. In questi casi vale davvero la pena dire: piccole azioni, grande differenza”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento