Yves Saint Laurent: la vita dell'uomo che ha rivoluzionato la moda

Jalil Lespert ripercorre la straordinaria carriera dello stilista francese e la sua storia d'amore con l'imprenditore Pierre Bergé. RomaToday ti porta al cinema. Scopri come

Dal 27 marzo 2014, Lucky Red presenta nelle sale italiane la pellicola di Jalil Lespert dedicata alla figura di Yves Saint Laurent. Sarà il giovane attore Pierre Niney a vestire i panni del famosissimo stilista francese che ha rivoluzionato la moda del XX secolo. Al suo fianco reciteranno Guillaume Gallienne (Pierre Bergé), Charlotte Le Bon (Victoire Doutreleau), Laura Smet (Loulou de la Falaise) e Marie De Villepin (Betty Catroux).

AL CINEMA CON LUCKY RED Lucky Red ti offre la possibilità di assistere gratuitamente al film. A disposizione dei lettori di UdineToday ci sono 300 biglietti al Visionario di via Asquini. Per poter assistere all'anteprima compila il form presente al seguente link sul sito di Lucky Red e segui le istruzioni.

LA STORIA - Parigi, 1957. Il ventunenne Yves Saint Laurent diventa inaspettatamente il responsabile della grande casa di moda creata da Christian Dior, da poco scomparso. Tutti gli occhi sono puntati su questo giovanissimo assistente che presenta la sua prima collezione di alta moda per Dior. Durante la sfilata, rivelatasi un grande successo, Yves incontra Pierre Bergé, che diventerà suo socio in affari e compagno per tutta la vita. Tre anni dopo il loro incontro i due creeranno la Yves Saint Laurent Company, destinata a diventare una delle griffe più celebri nel mondo della moda e del lusso.
 
YVES SAINT LAURENT - Per il regista ha "rappresentato una straordinaria forza creativa. Era un vero artista, incredibilmente produttivo, e sempre in anticipo sui tempi – era un vero avant-gardist. Oltre ad essere un creativo, aveva capito quanto fosse importante l'abbigliamento nella vita di tutti i giorni – ha realizzato abiti per le donne moderne in un periodo in cui le donne erano ancora considerate cittadine di seconda classe. Non era tanto un osservatore della sua epoca quanto una persona che ha contribuito a darle forma. Tanto coraggioso da far indossare alle donne abiti da uomo, compresi pantaloni e giacche da smoking, senza che rinunciassero alla loro femminilità. Per quegli anni si è trattato di una vera rivoluzione."

UNA STORIA D'AMORE - "Quello che mi è parso affascinante" continua "è stato cercare di capire come i due protagonisti siano riusciti a rimanere insieme per tutta la vita, nonostante la malattia di Yves e la pressione esercitata dal lavoro. Sono riusciti a portare avanti i loro sogni e a superare ogni limite – quanto più si sono spinti oltre, tanto più la loro storia d'amore è stata messa alla prova, rinascendo più forte dopo ogni ostacolo. Ecco perché è una storia d'amore senza precedenti e così coinvolgente."

I PERSONAGGI - Pierre Bergé è uomo d'affari sfrontato e dedito alla carriera. Ma "con Yves" dice Gallienne "è diverso: affettuoso, protettivo ma emotivamente vulnerabile."

Victoire Doutreleau è la musa di Christian prima di entrare nelle grazie Saint Laurent. Le grandi attenzioni che lo stilista le riserva la rendono presto una rivale di Pierre che decide di sedurla.

Loulou de la Falaise è un spirito libero. Una modella che diventa una nuova musa per lo stilista. "E' stata l'unica a restare accanto ad Yves, dato che tutte le altre ragazze erano state allontanate da Pierre Bergé. Loulou era sempre vicina a Saint Laurent e gentile con lui– era molto affidabile quando lavorava, nonostante amasse divertirsi la notte! Ed è stata proprio la sua professionalità a consentirle di restare accanto al grande stilista" dice la Smet.

Betty Catroux è un'icona nel mondo della moda. Per la Villepine "era una donna molto composta, sorridente e allegra. Allo stesso tempo era anche un po' autoritaria e poteva stare lì a fissarti senza che farti capire a cosa stesse pensando. Aveva anche una voce rauca, che la aiutava a sentirsi a proprio agio in mezzo agli altri."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento