Mercoledì, 4 Agosto 2021
WeekEnd

Il Dpcm chiude i musei, ma non le chiese. Ecco cosa fare nel week end per chi ama l'arte

A soccorrere gli amanti del bello sono proprio i santi o, meglio, i luoghi ad essi votati, le chiese. Una guida tra arte, passeggiate nella natura o appuntamenti per chi vuole restare in panciolle sul divano.

A Udine solo l'imbarazzo della scelta

L'occasione fa l'uomo ladro, recita un antico detto popolare. Le chiese possono dunque diventare un luogo interessante per scoprire affascinanti luoghi spesso sconosciuti. Anche a Udine e provincia c'è solo l'imbarazzo della scelta. Basterebbe infatti entrare nella cattedrale Santa Maria Annunziata, meglio conosciuto come Duomo di Udine, per ammirare i meravigliosi affreschi del Tiepolo come la pala che orna l'altare dove sono rappresentati i santi Ermacora e Fortunato. Salendo sul colle del castello, si può ammirare invece la più antica chiesa di Udine, Santa Maria di Castello, le cui pietre medioevali trasudano il passato.

Quando nel 1285 venne consacrata, ospitava uno dei più importanti conventi domenicani di tutta l’Italia. Oggi, la chiesa di San Pietro Martire di via Sarpi è uno dei luoghi di culto forse sconosciuti ai più. Peccato, perché molti cittadini forse non sanno quanto sia bello l’interno, con le pale di Giovanni Martini e di Pomponio Amalteo e con la statua di San’Antonio del bravissimo scultore barocco Giuseppe Torretti, maestro del Canova. Discorso simile per la chiesa di San Giorgio Maggiore in via Grazzano. Al suo interno, la pala sopra l’altare maggiore, opera di un pittore del Cinquecento, Sebastiano Florigerio, rappresenta San Giorgio a cavallo, nell’atto di trafiggere il drago. Un altro piccolo gioiello sconosciuto ai più. Non basta un weekend, dunque, per ammirare le bellezze custodite da questi scrigni d'arte presenti in città, dalla chiesa di San Giacomo (piazza Matteotti) alla Beata Vergine del Carmine (via Aquileia), dalla parrocchia della Beata Vergine delle Grazie (piazza Primo Maggio), dalla chiesa del Santissimo Redentore e Santa Lucia (via Mantica) fino al “cupolone” di Udine, la chiesa di San Nicolò, meglio conosciuta come Tempio Ossario (piazzale XXVI Luglio), solo per citarne alcune.

Piazzale del Castello di Udine, castello, Udine-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Dpcm chiude i musei, ma non le chiese. Ecco cosa fare nel week end per chi ama l'arte

UdineToday è in caricamento