rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cinema Visionario

Al Visionario arriva "Il fiore delle mille e una notte" di Pasolini

Tratto dalla celebre raccolta di racconti orientali, verrà proiettato mercoledì 25 al Visionario di Udine, alle 20:45

«Che “Le mille e una notte” siano opera esotica e fiabesca è un luogo comune che io contesto. C’è del magico, è vero, ma non è quello che conta», affermava Pier Paolo Pasolini. «Conta invece, soprattutto, il realismo. Sotto la crosta stereotipa, sotto la finta mancanza di interesse psicologico vive sempre, in quasi tutti i racconti, la realtà storica precisa, interamente connotata».

Il suo film “Il fiore delle mille e una notte” (1974), tratto dalla celebre raccolta di racconti orientali, verrà proiettato martedì 24 a Cinemazero di Pordenone e mercoledì 25 al Visionario di Udine, alle 20:45, penultimo appuntamento della grande retrospettiva dedicata al regista e poeta. A introdurre le due serate sarà Roberto Calabretto, saggista, musicologo, docente di Musica per film all’Università di Udine e autore di molti studi sul rapporto fra cinema e arte dei suoni. Nell’occasione verrà presentato “Vorrei essere scrittore di musica: la musica secondo Pasolini” (LIM, 2022). “Il fiore delle mille e una notte”, ultimo film della Trilogia della vita, è anche quello dove forse si esprime più poeticamente il senso dell’utopia pasoliniana, evocando una dimensione popolare e fantastica dove il sesso è vissuto con libera spregiudicatezza in un passato magico, violento e intatto. Le scenografie di Dante Ferretti, i costumi di Danilo Donati, la fotografia di Giuseppe Ruzzolini, contribuiscono allo splendore figurativo di un film ispirato alle fiabe arabe e girato in Etiopia, Yemen, Iran e Nepal.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Visionario arriva "Il fiore delle mille e una notte" di Pasolini

UdineToday è in caricamento