Udine come Veduta con la Compagnia MK per Dialoghi

  • Dove
    Piazza Matteotti
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 28/10/2017 al 28/10/2017
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Udine come Veduta. La Compagnia MK getta nuovi sguardi urbani sulla città con un modulo completamente pensato per Udine, a partire da una delle sue piazze storiche, Piazza Matteotti. Sabato 28 ottobre la Compagnia romana, fondata dal coreografo e performer Michele Di Stefano, Leone d’Argento alla Biennale Danza di Venezia 2014, leggerà con quattro repliche – ore 16.45/17.30/18.15/19- uno degli spazi più vivaci, affascinanti e emblematici del centro storico.

Veduta>Udinesviluppata in Residenza a Dialoghi, fa parte di un progetto in formato modulare, dedicato alla città e alla visione prospettiva del paesaggio urbano e risultato di un percorso di ricerca artistica sviluppato a Villa Manin dalla Compagnia indipendente riconosciuta a livello nazionale e internazionale per la costante innovazione del suo segno coreografico. Dagli spazi Residenza della Villa di Passariano concepita, grazie al progetto ideato e curato dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e ERPaC Ente Regionale per il Patrimonio Culturale, con il contributo del MiBACT-Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, come incubatore di creatività e fucina artistica, gli MK approdano eccezionalmente in centro città per svelare al pubblico Veduta>Udine e esplorare la costruzione di un inedito immaginario urbano con i suoi abitanti.

Veduta è un lavoro coreografico concepito da Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch, che cura le musiche, con i danzatori Biagio Caravano, Roberta Mosca e Laura Scarpinidove Il pubblico fruisce la performance in cuffia, affacciato ad un punto panoramico della città, che a Udine sarà quello della caffetteria Italian Secret.

Il punto di vista è ampio e può interessare spazi molto vicini e molto lontani, collegati tra loro dalla traccia sonora registrata in olofonia, con una forte impronta cinematografica, e dalla dislocazione dei performer - racconta il coreografo - Laveduta urbana viene trasformata dall’ascolto in un luogo che galleggia tra il presente e il possibile; lo spettatore si immerge in un paesaggio che non è più semplicemente ciò che gli si para davanti, ma – così come in una allegoria sacra – un concentrato di coincidenze e configurazioni che sembrano rimandare ad altro.  La danza è dunque letteralmente un punto di vista sul mondo che inscrive e afferma la figura nello spazio della comunità suggerendo allo stesso tempo una via di fuga” conclude Di Stefano.

Per partecipare alla dimostrazione pubblica, visto il limitato numero di posti, è consigliabile prenotarsi ad una delle quattro repliche scrivendo a biglietteria@cssudine.it o tel. 0432 504765.  (ingresso 5 euro).

Un ringraziamento a Italian Secret, caffè wine loungebar punto di ritrovo per gli spettatori in piazza delle Erbe/Matteotti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Predis, la nazione negata", debutto in Tv per il docufilm sui preti friulani

    • Gratis
    • dal 12 al 26 gennaio 2021
    • Rai3 bis canale 103 del digitale terrestre
  • Quando la pizza diventa "benefica". Per il palato e per lo spirito

    • dal 8 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021
  • Dino Park Udine, lo spettacolo dei dinosauri dal vivo

    • dal 1 agosto 2020 al 1 febbraio 2021
    • Centro commerciale Città Fiera
  • "Fila a teatro": riparte la rassegna per adulti e ragazzi tra storia, grandi classici, commedia dell'arte e narrazione

    • Gratis
    • dal 19 settembre 2020 al 28 febbraio 2021
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento