"Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni" in scena al Teatro San Giorgio

La Compagnia Deflorian/Tagliarini è la protagonista - venerdì 26 febbraio, al Teatro S.Giorgio di Udine (ore 21) - del prossimo appuntamento della Stagione Teatro Contatto del CSS con "Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni", un manifesto ispirato dalla situazione della Grecia per rivendicare la dignità umana nel tempo della crisi.

Punto di partenza dello spettacolo, premio UBU 2014 quale migliore novità italiana, è una immagine forte, tratta dalle pagine iniziali del romanzo dello scrittore greco Petros Markaris, L’esattore pubblicato nel 2011.

Siamo nel pieno della crisi economica greca quando, in un semplice e impeccabile appartamento di Atene vengono trovate le salme di quattro donne, pensionate, che si sono tolte volontariamente la vita. “Abbiamo capito che siamo di peso allo Stato, ai medici, ai farmacisti e a tutta la società – spiegano in un biglietto - Quindi ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni. Risparmierete sulle nostre pensioni e vivrete meglio”.
I quattro attori protagonisti della pièce teatrale - Anna Amadori, Daria Deflorian, Antonio Tagliarini e Valentino Villa - non ci raccontano molto di più di queste quattro persone, ma ci coinvolgono piuttosto in un percorso fatto di domande e questioni che ci riguardano molto da vicino e chiamano in causa le nostre coscienze, la nostra impotenza in questi anni difficili per l'Europa intera e non solo.
Un connubio dissacrante e intimo, ironico e fragile, una riflessione sulle estreme conseguenze della crisi economica e sulla forza del gesto del rifiuto, in bilico tra la rinuncia esistenziale e l'atto politico.
 
Usiamo lo spazio di libertà della scena - dichiarano Deflorian/Tagliarini - per scatenare la nostra collera, sanare l’eccesso di positività che ci circonda, i comportamenti rigidamente politically correct, la commozione facile, il sorriso stereotipato delle relazioni sociali, le ricette per vivere con serenità le ingiustizie che ci toccano. La decisione di andarsene delle quattro pensionate, in bilico tra la rinuncia esistenziale e l’atto politico, diventa un rifiuto della nostra “società della stanchezza”, come l’ha definita il filosofo Byung–Chul Han. Una società sempre più assertiva e ottimista – proseguono gli autori - perché incapace di altro, e oramai dolcemente declinante verso l’impossibilità della dignità della vita. Insieme ci presentiamo al pubblico con una certa ironia e con una dichiarazione di forte impotenza, che in questo caso e una cruciale impotenza a rappresentare.”
 
Al Teatro S.Giorgio al termine dello spettacolo, la compagnia incontra il pubblico.

 Informazioni e prevendite: Biglietteria del Teatro Palamostre, dal martedì al sabato, ore 17.30-19.30. (biglietteria@cssudine.it, tel. 0432506925).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • "Teatro in direttissima", nasce la stagione degli spettacoli sui palcoscenici virtuali

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 15 giugno 2021
    • pagina Facebook Palcoscenico Fita-Uilt
  • Il Palio teatrale studentesco non si ferma e si sposta all'aperto a giugno, al via i laboratori

    • Gratis
    • dal 10 aprile al 8 maggio 2021
    • Teatro Nuovo Giovanni da Udine

I più visti

  • Antichi abitatori delle grotte in Friuli

    • dal 3 marzo 2021 al 25 febbraio 2022
    • Castello di Udine
  • Udine, la città inquieta, prosegue l'esperienza teatrale del Css. Promozioni fino al 3 dicembre

    • dal 11 novembre 2020 al 30 aprile 2021
    • Centro storico
  • La Fondazione de Claricini "mette in luce" Dante, un anno di eventi in tutto il Friuli

    • dal 25 marzo al 30 dicembre 2021
    • villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), Udine, Pordenone, Cividale, Tolmino
  • Superbonus 110%, 3 giorni e 13 webinar gratuiti per rispondere a tutte le domande

    • Gratis
    • dal 15 al 17 aprile 2021
    • Web
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    UdineToday è in caricamento