Teatro Contatto, al via la 37a stagione del Css

Dal 25 ottobre al 4 maggio al Palamostre e al San Giorgio. Il programma

Teatro Contatto riparte con la sua 37a stagione dal 25 ottobre 2018 al 4 maggio 2019. La nuova stagione, a cura del CSS Teatro stabile di innovazione del Fvg, propone 23 produzioni artistiche, con formazioni, compagnie e artisti italiani e internazionali, per 44 serate di spettacolo dal vivo. Sul palco ci saranno arti sceniche contemporanee, teatro, danza, performance, recital di parole e musica.

Teatro Contatto

La stagione 37 è curata da Alberto Bevilacqua, Rita Maffei, Fabrizia Maggi e Luisa Schiratti, ed è realizzata grazie al sostegno di MiBAC - Ministero per i beni e le attività culturali - della regione Fvg, del comune di Udine e della Fondazione Friuli. Novità di quest'anno, grazie alla collaborazione con l'Università degli Studi di Udine e del Conservatorio Jacopo Tomadini, il nuovo percorso Tx2 Teatri Palamostre e San Giorgio.

Gli spettacoli

A inaugurare la nuova stagione la prima italiana de "Il canto della caduta" di Marta Cuscunà, in scena il 25 e il 26 ottobre 2018, spettacolo che riprende dei miti ladini e creato grazie all'utilizzo di tecnologie robotiche applicate a pupazzi e macchine teatrali. Secondo appuntamento l'8 novembre 2018 con "L'Assemblea", nuovo progetto di teatro partecipato a cura di Rita Maffei, che porterà in scena una riflessione sull'eredità della rivoluzione culturale e politica del '68. Il 16 e il 17 novembre 2018 a Udine la tournée di 1984 del regista scozzese Matthew Lenton, spettacolo incentrato sul capolavoro di George Orwell. Il 19 gennaio 2019 "Overload", la riflessione della compagnia toscana Sotterraneo sull'ecologia dell'attenzione nei nostri tempi di sovraccarico. Dal 7 al 23 febbraio 2019 invece il debutto in prima assoluta di "Un Intervento" di Fabrizio Arcuti, con protagonisti Gabriele Benedetti e Tita Maffei. Sul palco una disputa etico-politica su pro e contro agli interventi bellici dell'Occidente. Ancora, il 23 febbraio 2019 Aida Talliente porta la sua creazione, "Il Vangelo delle beatitudini", fatto di storie di uomini e donne che sanno andare avanti nonostante esperienze di vita dure. Il 24 febbraio 2019 "Parole-femmina", un calendoscopio di donne, con brevi biografie di madri, figlie, nipoti, zie. Il 21 marzo 2019 un lavoro sulle fragilità dell'adolescenza, "Se non sporca il mio pavimento". Il 24 marzo 2019 "Tiempo detenido" mette in musica e canto "La vita dentro", in 26 racconti scritti da detenuti delle carceri italiane. Il 29 e 30 marzo 2019 tocca alla compagnia Agrupacion Senor Serrano, che presenta "Kingdom", uno spettacolo di riflessione sul consumismo. Il 6 aprile 2019 in scena "Settimo cielo" di Giorgina Pi, che racconta le vicende di una famiglia negli anni del colonialismo vittoriano in Africa. Il 25 aprile 2019 lo spettacolo di Marta Cusunà "E' bello vivere liberi!", biografia della partigiana giuliana Ondina Peteani, in occasione della giornata della Liberazione.

Altri debutti

Il 30 novembre 2018 protagonista Peppe Dell'Acqua con il suo "La malattia tra parentesi" per raccontare "la vera storia della liberazione dei matti" e della Legge Basaglia. Il 12 gennaio 2019 ritorna a Udine Davide Enia con il monologo civile "L'Abisso". Ospite anche Giuseppe Battiston, che il 25 e 26 gennaio 2019 porterà in scena la figura di Wiston Churchill. Il 2 marzo il lavoro della compagnia italiana Motus, "Panorama", una performance sul nomadismo e sul diritto umano all'essere in movimento. Il 9 marzo 2019 Teresa Ludovico riscrive un "Anfitrione", portandolo ai giorni nostri, tra mafia e camorra. Infine, il 14 marzo 2019 "La gioia", a cura di Pippo Delbono, un mix tra danza, circo, fiori colorati, tango, parole e silenzi.

Danza

Per i percorsi di coreografia, il 15 dicembre 2018 ci sarà un doppio spettacolo. Il danzatore, coreografo e visual artist Francesco Collavino in "Catastrofe", e Annamaria Ajmone con Marcela Santander Corvalan in "Mash". Ospite anche la coreografa toscana Simona Bertozzi con "Joie de vivre" in scena il 16 febbraio 2019. A chiudere la rassegna il regista portoghese Tiago Rodrigues con "By Heart" il 3 e il 4 maggio 2019. Lo spettacolo è un racconto sull'importanza della memoria, e coinvolge il pubblico giocando sul confine fra teatro, finzione e realtà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Più di 5mila i truffati dalle manutenzioni antincendio

  • Si accorge del monossido e salva i colleghi dall'intossicazione mortale

Torna su
UdineToday è in caricamento