Telethon 24 per un'ora: è già nuovo record per la manifestazione

I dettagli della manifestazione udinese, arrivata alla 16a edizione

In attesa della chiusura ufficiale delle iscrizioni (fissata alla mezzanotte di venerdì 5 dicembre), la 16a Staffetta Telethon 24 per un’ora si avvia verso un nuovo record. A questa mattina, infatti, sono già 300 le squadre che hanno dato la loro adesione, superando ampiamente il primato 2013, quando 263 team, per un totale di oltre 6.000 podisti, si erano dati appuntamento sul tracciato che attraversa il cuore di Udine. L’organizzazione, quindi, è al lavoro per garantire la perfetta riuscita dell’evento solidale che dalle 17 di venerdì 12 alla stessa ora di sabato 13 dicembre farà muovere la città al ritmo della corsa e della solidarietà. 

Tutti i dettagli dell’edizione 2014 sono stati svelati questa mattina nel corso della conferenza stampa, in programma nel Salone di Palazzo Torriani, sede di Confindustria Udine. A fare gli onori di casa il presidente del Comitato Udinese Staffette Telethon, Matteo Tonon, che ha accolto i tanti ospiti intervenuti per manifestare la loro vicinanza alla lotta contro le malattie genetiche rare. In prima fila due rappresentanti della Pan, la ‘pattuglia’ di testimonial della 16esima Staffetta, ovvero il tenente colonnello Jan Slangen, comandante delle Frecce Tricolori, e il comandante del Secondo Stormo di Rivolto, colonnello Francesco Frare.

Sul fronte istituzionale, hanno portato il loro saluto l’assessore del Comune di Udine, Alessandro Venanzi, l’assessore provinciale Carlo Teghil e Vincenzo Martines, consigliere regionale e presidente della V Commissione. Non potevano mancare Cristina Bellina e Giuseppe Morandini, rappresentati di due dei main sponsor impegnati al fianco della corsa, ovvero Bnl-Bnp Paribas, banca ufficiale della raccolta fondi nazionale (la filiale di via Mercatovecchio, come da tradizione, resterà aperta per le donazioni nell’arco delle 24 ore di corsa), e la Cassa di Risparmio del Fvg. Un ringraziamento anche agli studenti dell’Isis Stringher di Udine, che hanno prestato servizio durante la vetrina della Staffetta.

Telethon, però, è soprattutto ricerca scientifica. Per questo sono intervenuti alla conferenza anche Alessandra Zatti, program manager della Direzione scientifica della Fondazione Telethon, che ha voluto rimarcare la vicinanza al territorio e alla manifestazione udinese (che, lo ricordiamo, lo scorso anno ha devoluto oltre 130.000 euro alla raccolta fondi), e il dottor Bruno Bembi, che ha seguito uno dei progetti finanziati da Telethon nella nostra regione in collaborazione con l’Azienda ospedaliero-universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine.

TESTIMONIAL. La Staffetta, quest’anno, si prepara a ‘volare’ grazie alla presenza delle Frecce Tricolori, che hanno risposto presente alla chiamata del Comitato e saranno al via – con tutta la formazione – nella prima frazione della corsa, per poi proseguire il loro impegno con la squadra della Pan nell’arco delle 24 ore. Un gesto importante che testimonia la vicinanza dei piloti alla ricerca scientifica per la lotta alle malattie genetiche rare. Ma che permetterà anche di dare un contributo concreto alla raccolta fondi: le quattro formazioni che correranno in rappresentanza del Secondo Stormo di Rivolto, infatti, si sono impegnate a tagliare il traguardo dei mille chilometri nell’arco delle 24 ore che, grazie al sostegno di uno sponsor, permetteranno di donare 10.000 euro alla ricerca.

In attesa dello start, la sede di via Mercatovecchio della Bnl-Bnp Paribas accoglie già in questi giorni una speciale mostra dedicata alla Pan, che ha riscosso grande successo in varie città italiane. Attraverso i pannelli espositivi, si potranno ammirare le acrobazie dei piloti, in attesa di vederli dal vivo durante la corsa.

Ma c’è anche un importante ‘passaggio del testimone’. Il volto della staffetta 2013, Mauro Ferrari, infatti, ha deciso di mantenere la promessa fatta lo scorso anno (quando aveva corso una frazione a distanza), ovvero di essere presente al via per la successiva edizione. Lo scienziato friulano, assieme alla moglie, volerà a Udine dal Texas, dove è presidente e direttore esecutivo del Methodist Research Institute di Houston, per correre la 24 per un’ora.

IL TRACCIATO. Il percorso sarà lo stesso della passata edizione, che aveva riscosso apprezzamenti da parte dei podisti ma anche dei ‘tifosi’, dal momento che l’anello attraversa il cuore pulsante della città. Confermatissima via Mercatovecchio, che sarà punto di partenza e arrivo, mentre il tracciato proseguirà in via Sarpi, via Valvason, via Zanon (pista ciclabile), via Poscolle (tratto compreso tra via Zanon/del Gelso e via Canciani), via Cavour e piazza Libertà. Il Villaggio Telethon, invece, dove gli atleti potranno trovare tutti i servizi di accoglienza (ristoro, zona squadre, docce, cambio, etc), sarà allestito in piazza I Maggio. Ricordiamo, poi, che nell’arco della prima ora ci sarà anche un passaggio nel giro iniziale a palazzo Torriani, sede di Confindustria Udine, e due nella filiale della Cassa del Risparmio Fvg di via Mercatovecchio.

STAFFETTA GIOVANI. Accanto alla 24 per un’ora, non mancherà la Staffetta Giovani che, per l’edizione 2014, si correrà nella mattinata di sabato 13 dicembre. I ragazzi si passeranno il testimone dopo aver completato un giro del tracciato ufficiale (con partenza, però, da piazza Libertà). Grazie all’impegno dell’Ufficio scolastico per l’Educazione fisica e sportiva di Udine, coordinato dal professor Claudio Bardini, sono pronti a scendere in pista 1.500 studenti delle scuole medie e superiori dell’intera regione.

CACCIA AI VOLONTARI. Per garantire la perfetta riuscita della due giorni all’insegna della corsa, è indispensabile il sostegno dei volontari. Per questo motivo, il comitato lancia un appello a chiunque desideri dare il proprio contributo. Per presentare la propria candidatura si può scrivere a comitato@telethonudine.it.

CORSA E SCIENZA. Tra le tante iniziative che affiancano la Staffetta di quest’anno, si segnalano anche due eventi a carattere medico-scientifico. Il primo si chiama ‘Energetica della corsa’ e porta la firma dei professori Stefano Lazzer e Nicola Giovanelli del Dipartimento di scienze mediche e biologiche del corso di laure in scienze motorie dell’Università di Udine. Gli atleti al via avranno la possibilità di misurare il loro costo energetico, ovvero la quantità di energia consumata per percorrere una distanza di riferimento. Conoscere questo dato permette di migliorare le proprie performance attraverso un allenamento specifico. Chi desidera partecipare al test può già inviare la propria adesione a physiolab@uniud.it o consultare la pagina www.facebook.com/physiolabud.

Il secondo è realizzato dallo studio MoVita (Movimento è Vita), centro di fisioterapia e osteopatia di via Molino Nuovo 37 a Udine, che si occupa di valutazione, trattamento e prevenzione dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici causati da traumi, interventi chirurgici ma anche da disequilibri posturali e abitudini di vita stressanti e affaticanti. MoVita sarà presente durante la Staffetta con due fisioterapisti, a disposizione dei corridori per un consulto, ma anche per risolvere i problemi legati alla corsa.

EVENTI COLLATERALI. Tante, come da tradizione, le iniziative collaterali. Non mancherà la quarta Staffetta dell’arrotino che, grazie alla disponibilità dell’Associazione Arrotini della Val Resia, sarà a disposizione della cittadinanza – per l’intera durata della manifestazione! – sotto la Loggia del Lionello per lavori di affilatura il cui ricavato sarà interamente devoluto a Telethon. Alle 18.30 di venerdì 12, poi, nella zona antistante l’ex Upim, saranno distribuite gratuitamente (con offerta libera per Telethon) 500 porzioni di polenta e formaggio preparati sul posto dalla Proloco di Gemona grazie al contributo del Consorzio del formaggio Montasio e alle stoviglie messe a disposizione dalla ditta Colombino e Polano di Muris di Ragogna. Sabato 13, alle 12, invece, spazio alla musica con la perfomance dei ragazzi del Coro del Liceo Marinelli di Udine sotto la Loggia.

CROCE ROSSA. Infine, segnaliamo anche un’ulteriore iniziativa solidale lanciata dalla Croce Rossa di Udine. In occasione della Staffetta, i volontari Cri allestiranno un punto di raccolta, dove tutti i podisti (ma anche i cittadini) potranno lasciare le loro scarpe usate – ovviamente ancora utilizzabili! – che saranno donate alle persone bisognose.

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

Torna su
UdineToday è in caricamento