Settembre a Mereto di Tomba: tante attività per socializzare nella terza età

attivitè per la terza età a Mereto di Tomba

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Con l'arrivo di settembre hanno preso il via una serie di interessanti iniziative pensate e programmate in particolare per i cittadini ultra sessantacinquenni del comune di Mereto di Tomba, al fine di favorire l'aggregazione sociale e la partecipazione attiva alla vita del territorio.

Quasi giunto al termine il soggiorno climatico a Levico Terme, che si è svolto dal 30 agosto fino al 12 settembre e dove i partecipanti hanno avuto la possibilità di effettuare le cure termali, le attività sono proseguite sabato 13 settembre con il pranzo della terza età nel capoluogo. Inserito all'interno della Sagre dal Perdon 2014, il pranzo, offerto dall'amministrazione comunale, è stato realizzato con la collaborazione della Pro Loco Mereto di Tomba utilizzando prodotti tipici locali ed animato dai ragazzi del Progetto Aggregazione Giovanile.

Per l'appuntamento successivo, previsto per martedì 23 settembre, è stata organizzata una gita al Santuario della Madonna dei Miracoli a Motta di Livenza, luogo importantissimo per la devozione popolare e dal quale ci si trasferirà per il pranzo a Villotta di Chions e, nel pomeriggio a Caorle, per una passeggiata.

"E' nostra volontà come amministrazione - afferma il consigliere alle politiche sociali Paola Fabello - mettere in campo iniziative volte a promuovere il benessere della persona e a tutelare una fascia d'età importante per il nostro territorio in quanto depositaria di saperi, tradizioni e di quella cultura che con le radici ben salde nel passato ci permette di guardare in modo consapevole al futuro".

"Come amministratori intendiamo alzare il livello d'attenzione nei confronti dei nostri anziani di fronte ad una società che corre molto veloce", continua il consigliere comunale con delega agli anziani Emanuela Minuzzo, "e cerchiamo di combattere l'emarginazione puntando sull'allargamento degli spazi di incontro e aggregazione a loro dedicati".

Torna su
UdineToday è in caricamento