Oltre 6550 visitatori provenienti dal FVG in due settimane a “La fabbrica della scienza”

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    al 31/05/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

“Dall'inaugurazione del 26 dicembre ben 18.200 visitatori hanno provato a Jesolo l'entusiasmo di scoprire la scienza e le sue applicazioni facendosi guidare dal divertimento”. Lo annuncia con grande soddisfazione a due settimane dall'apertura della mostra “La Fabbrica della Scienza” l'organizzatrice e produttrice, Monica Montellato. Oltre che dal Veneto, per la gran parte, la regione confinante dalla quale si è registrato il maggior consenso, ben il 36% degli ingressi, è stata il Friuli-Venezia-Giulia durante le festività appena concluse hanno varcato l'ingresso della sede espositiva di via Aquileia 123 dirimpetto al Tropicarium Park della medesima gestione. Un afflusso medio all'evento espositivo di circa 1300 ingressi giornalieri caratterizzato soprattutto da famiglie con bambini che hanno confermato anche d'inverno le potenzialità attrattive della località per il turismo culturale scegliendo di trascorrere il loro tempo cimentandosi nelle 100 macchine interattive arrivate da un parco tecnologico della Germania per comprendere principi e nozioni su: corpo umano, fisica dell'acqua, regole matematiche, illusioni sensoriali, conduzione elettrica, effetti sonori e forze della natura.

Le scuole

“Durante le festività hanno inoltre prenotato 431 comitive scolastiche per oltre 10.700 fra studenti e insegnanti di ogni ordine e grado” aggiunge Monica Montellato “e molte altre classi ci stanno contattando in questi giorni, non ci saremmo mai immaginati un successo di questo genere. I feedback che ci arrivano sono molto positivi, le scuole interessate, dopo aver valutato l’offerta formativa della Fabbrica della Scienza, ritengono questa mostra una delle migliori in Italia per numero di esperienze e vastità di contenuti scientifici, sicuramente di grande appeal per gli istituti scolastici. Fra le sezioni più apprezzate dai selfie dei visitatori grande successo sta suscitando soprattutto La Casa Sottosopra, nella quale tutti possono sperimentare senza rischi l'ebbrezza di vedersi con le gambe all'aria e osservare le sue stanze da una prospettiva rovesciata”. La mostra grazie a questi numeri rimarrà aperta fino al 31 maggio riservando alle scolaresche i giorni infrasettimanali dal lunedì al venerdì. Nei weekend, sabato e domenica, e nelle festività, sarà invece aperta a tutti i visitatori con orari consultabili nel portale www.lafabbricadellascienza.it.

La creatività

“La Fabbrica della Scienza è una mostra interattiva sul modello dei musei scientifici americani” aggiunge Monica Montellato “al centro di tutto, anche se si parla di scienza, c’è la creatività. Il suo approccio intende diffondere le meraviglie della scienza in modo innovativo, unendo discipline differenti in un processo educativo che in Italia rappresenta una novità che sta crescendo di interesse giorno dopo giorno. Le 100 macchine interattive sono utili ad approcciare divertendosi tematiche che non risulteranno più difficili o astratte. Nei laboratori per tutte le scuole le interazioni scientifiche presenti in mostra saranno approfondite grazie a guide specializzate secondo programmi didattici personalizzabili in base al grado d’istruzione. Le offerte formative dei vari laboratori sono scaricabili da https://www.pleiadi.net/school-events/la-fabbrica-della-scienza/”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Udinestate 2019, il programma completo di tutti gli eventi

    • dal 7 giugno al 15 settembre 2019
  • I“Maestri” in mostra a Illegio 

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
  • Sauris in Festa 2019, il programma

    • Gratis
    • dal 13 al 21 luglio 2019
  • Villa Manin Estate 2019 tra musica, arte, teatro e fotografia: tutti gli appuntamenti

    • Gratis
    • dal 16 giugno al 7 agosto 2019
    • Villa Manin di Passariano
Torna su
UdineToday è in caricamento