Chiude la "Sagra delle patate", per riaprire a Friuli Doc

Anche il secondo weekend attira numerosi estimatori, con 5000 porzioni di gnocchi distribuite nella sola giornata di domenica. Un'ottima premessa – e promessa - per Friulidoc

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Superate le 8000 porzioni di gnocchi nel primo fine settimana e segnato così un nuovo primato, la Sagra di Godia chiude oggi un'edizione di grande successo: si sono infatti sfiorate le 5000 porzioni di gnocchi nella sola giornata di domenica. «È bello vedere quanta gente conferma la sua dedizione alla Sagra - commenta il vice presidente del comitato organizzatore, Luca Tonutti -, nonostante il brutto tempo di sabato e la concomitanza di tanti altri eventi in regione domenica: una conferma del fatto che, se si offre un prodotto di qualità, i tempi di attesa sono più che compensati dalla soddisfazione finale». Ben accolte anche le birre artigianali, che hanno esordito quest'anno in Sagra: "Soprattutto è stato apprezzato il fatto che insieme veniva sempre consigliato un abbinamento gastronomico - osserva il responsabile, Walter Cainero -, strada che percorreremo anche l'anno prossimo ".

Dopo una serata particolarmente affollata venerdì con oltre 2000 presenze, grazie anche al richiamo della Jimi Barbiani Band, sabato mattina Godia si è colorata grazie alle magliette dei partecipanti alla 16^ caccia al tesoro "Tra Godie e la Tôr": la sessantina di ragazzi presenti non è stata scoraggiata nemmeno dalla pioggia battente, a conferma che si tratta di una formula molto apprezzata dai più giovani del circondario. Cuore del fine settimana è stata la giornata di domenica: alla messa delle 10.30 in onore del patrono S. Antonio è seguita la processione accompagnata dalla Filarmonica di Povoletto con un piccolo concerto al termine, mentre in serata Funny Center e Azzurra Danze, dopo le loro esibizioni, hanno allargato la pista da ballo a tutti i presenti.

Ottima risposta hanno registrato anche la pesca gastronomica, nonché il laboratorio di ceramica Ceramichiamo, la rassegna di quadri d'autore di Sandra Coiutti "Diamante Nero", e la mostra fotografica "Dentro le botteghe, oltre i mestieri" di Antonella Oliana e Angelo Salvin: leggendo tra i commenti che i visitatori erano invitati a lasciare in un quaderno, si vede come l'aggettivo più ricorrente per la prima sia "affascinante", mentre della seconda è stato apprezzato soprattutto il fatto che rievochi "un mondo che sembra scomparso, ma che esiste ancora", e consenta di non dimenticare mestieri che "ormai non conosciamo più".

Un'edizione di tale successo è un ottimo biglietto da visita per Friulidoc: anche quest'anno e per la nona volta la Sagra sarà presente all'appuntamento che riunisce le eccellenze della produzione enogastronomica regionale, offrendo una vetrina per farsi conoscere ben oltre il Fvg. Lo stand della Sagra di Godia vi aspetta quindi dal 10 al 13 settembre in Piazza Garibaldi a Udine.

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento