La sagra di Godia si prepara al secondo weekend

Dopo il primo fine settimana da record, la cena paesana anticipa la prossima – e ricca – tornata di festeggiamenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Superate le 7500 porzioni di gnocchi nel primo fine settimana e segnato così un nuovo primato, la Sagra di Godia riparte venerdì 5 settembre per il secondo fine settimana di festeggiamenti. Ad anticiparlo sarà giovedì 4 la tradizionale Cena Paesana, un'iniziativa avviata una decina d'anni fa come momento di aggregazione per le comunità di Godia e Beivars e per amici e collaboratori: non a caso, infatti, quella sera i fornelli dei chioschi verranno spenti alle 21.30, così da consentire anche ai volontari di passare una serata in compagnia. «Pur essendo aperta a tutti - spiega il parroco e presidente pro tempore della Sagra, don Olivo Bottos - la cena è pensata per raccogliere la comunità, in una dimensione più ristretta. La Sagra nel suo complesso comunque dà una particolare coesione alle due parrocchie: tempo fa vedevo un distacco tra le due frazioni, ora invece i campanilismi possono dirsi superati, così come le barriere tra generazioni». Tutte le informazioni per chi desiderasse partecipare sono disponibili sul sito della Sagra, all'indirizzo https://www.sagradigodia.it/cena-paesana/

Se i chioschi apriranno come di consueto alle 17, ad aprire invece le danze venerdì alle 21.30 sarà la Franco Funky Big Band; mentre sabato, dopo la 15^ caccia al tesoro "Tra Godie e la Tôr" alle 9.30, la sera alle 20.30 si balla con l'orchestra "Stefano e i Nevada". Cuore del fine settimana sarà la giornata di domenica: alla messa delle 10.30 in onore del patrono S. Antonio seguirà la processione accompagnata dalla Filarmonica di Povoletto che terrà un piccolo concerto al termine, mentre alle 16 sarà la volta di un'autentica novità, la 1^ rassegna internazionale di fisarmonicisti Alpe Adria. Gran finale in serata alle 20.30, con il gruppo musicale "Gli Squali". Per i più piccoli tornerà poi "Stefi la truccabimbi" a decorare i visini con i suoi pennelli, mentre aspiranti artisti di tutte le età potranno continuare a cimentarsi con il laboratorio di ceramica "Ceramichiamo".

Sempre aperte durante gli orari di sagra la pesca gastronomica - con premi offerti da Corte Friulana, Nonino, Tosolini ed altre eccellenze -, nonché la mostra fotografica "Le operose rogge di S. Osvaldo" di Michela Bonan e la rassegna di quadri d'autore di Nello Bettuzzi, che tanti consensi hanno raccolto nel primo weekend.

La Sagra di Godia vi aspetta quindi di nuovo il prossimo fine settimana, da venerdì 5 a domenica 7 settembre.

I più letti
Torna su
UdineToday è in caricamento